Un film da regalare a Natale?
LA STELLA CHE NON C’E’: un viaggio alla ricerca di un incastro impossibile...

Da napoletano e da lettore della Dismissione di Ermanno Rea sono rimasto disorientato all’inizio della proiezione di “La stella che non c’è”: dov’era la città, infatti? Dov’era l’Italsider, dove eravamo noi spettatori? Mi sentivo in un limbo quasi astratto.

Improvvisamente il limbo si è aperto, nella scena in cui i due protagonisti parlano mangiando insieme, e ho capito anche il senso, la necessità di quel limbo, quell’essersi fatti incubare da Amelio in una bolla dove la realtà era volata via.

Cominciava infatti un viaggio solo apparentemente realistico, in realtà tutto interiore, come un sogno: un uomo che con dei pezzi di ferro attraversa un paese lontano e sconosciuto alla ricerca di un incastro impossibile, una donna che come un’ombra appare e scompare, una Cina lattiginosa e sfuggente, e i bambini, i sempre meravigliosi bambini di Amelio, che come uccelli nella nebbia marcano con la loro presenza gli unici punti fermi di un mondo che sembra esploso.

Non dimenticherò mai il pianto di Castellitto su quella zattera sospesa in un nessundove, tra lontani soldati e figure assenti:  un’immagine profonda della condizione umana nel nostro tempo.

DVD: La stella che non c’è (2006) 
Un film di Gianni Amelio. Con Sergio Castellitto, Tai Ling. Genere Drammatico, colore, 104 minuti. Produzione Italia 2006.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node