coMunico ergo sUm
Quando la tecnologia si rende utile trasforma un libro in un'interessante lettura per non vedenti, un bambino isolato in un bambino inserito e felice, uno straniero in un cittadino accettato, ragazzi smarriti in giovani informati...

Il primo GIALLO completamente ACCESSIBILE 
Finalmente un libro X tutti. E' uscito il primo romanzo giallo completamente accessibile: si chiama "Pax tibi avogador meus" (edizioni Omnia Office) e l'autrice, Barbara Zolezzi, lo ha scritto in collaborazione con Elisabetta De Pieri. Si tratta della prima opera editoriale completamente accessibile - nata dalla collaborazione tra la Zolezzi, Roberto Scano (Presidente di IWA/HWG) e edizioni Omnia Office, società impegnata nel settore web con la promozione di standard dell'accessibilità e portali tematici (come il portale Guestinvenice.com). "Pax tibi avogador meus" è anche la prima opera editoriale distribuita in formato tetralibro: al testo è allegato un CD-ROM con 3 differenti versioni digitali, X garantire la leggibilità alle persone con disabilità visive (non vedenti o ipovedenti), motorie, e a coloro che utilizzano computer palmari. E' il primo testo non tecnico a norma dei 22 requisiti tecnici previsti dalla legge 4/2004 anche nella versione digitale verificata dalla commissione OSI (Osservatorio Siti Internet), nonché dell'Unione italiana Ciechi. Il libro è ordinabile in libreria oppure su Internet al sito Librando.it  o su Ibs.it.

Apre lo sPortello per i XMessi di soggiorno
Da lunedì 23 ottobre studenti e docenti stranieri possono consegnare le pratiche relative alla richiesta di permesso di soggiorno direttamente al commissariato di polizia interno alla Sapienza. L’Ateneo è uno dei primi in Italia che propone un servizio di questo tipo, considerando l’alto numero di studenti stranieri che frequentano l’Università di Roma. Compito dello sportello sarà quello di diffondere le istanze all’ufficio immigrazione della questura di Roma in materia di sicurezza. Il commissariato della Sapienza notificherà i provvedimenti di rilascio, rinnovo, rifiuto, annullamento o revoca dei permessi. A tale servizio possono iscriversi gli studenti iscritti alla Sapienza e i docenti che insegnano presso l’Ateneo.
Info: Ufficio stampa e Comunicazione
e-mail: uffsta@uniroma1.it - www. uniroma1.it

LEZIONI IN WEB-CAM
Dall'ospedale e da casa le lezioni si seguono con la web-cam. Grazie a un accordo tra famiglia e istituzioni, ad esempio, un bambino di 7 anni costretto a lunghi periodi di ricovero e convalescenza può continuare a ''frequentare'' virtualmente le lezioni: succede a Modena, dove per una volta e-learning e tele-didattica non sono solo slogan, ma strumento reale ed efficace. Per permettere al bambino di studiare e non perdere l'anno, ma soprattutto per consentirgli una normale vita di relazione, scambio e crescita culturale con i compagni superando la barriera dell'infermità.
L'esperienza nasce da una convenzione sottoscritta dal Comune di Modena (assessorati all'Istruzione e alle Politiche per la salute) con la scuola elementare del X° Circolo didattico e le famiglie. Con un costo non troppo elevato, in casa vengono installati un computer portatile e una web cam dotata di cuffie e microfono: attrezzature che  possono "seguire" il bambino in caso di ricovero in ospedale. E una postazione analoga è stata sistemata nella classe del ragazzino. In questo modo il bambino, che si trovi a casa o in clinica, può assistere alle lezioni, scambiare materiali on line, comunicare con l'insegnante e i compagni. Il progetto educativo, richiesto dalla famiglia ed elaborato con il Collegio docenti e il comitato dei genitori, è inoltre integrato dalla presenza a domicilio di una maestra di sostegno per alcune ore alla settimana. Questa esperienza va a integrare, nel senso di un'accentuata flessibilità, il progetto ministeriale Hospital-School-Home sul collegamento telematico degli studenti ospedalizzati o in terapia domiciliare con le classi di appartenenza.
L’obiettivo è quello di estendere a tutte le scuole primarie e secondarie tale servizio in modo tale che si possa effettivamente realizzare il diritto allo studio in ogni condizione.
Info: www.comune.modena.it

ALIMENTARE L’AUTOSTIMA
La campagna del Moige sui disturbi alimentari
Il Moige condurrà, durante questo anno accademico, una campagna informativa e di prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare per dare vita a una cultura della corretta alimentazione e di una sana immagine corporea. Secondo il Cidap, in Italia ci sarebbero circa 1.450.000 ragazze bulimiche e 750.000 anoressiche. Obiettivo primario dell’iniziativa è tentare di educare i ragazzi non solo a una corretta alimentazione ma anche a un concetto di moda e di bellezza diverso da quello presentato dai media.
Concretamente il progetto comprende una mostra itinerante allestita all’interno di un Bus che visiterà 20 scuole medie inferiori di 13 province sparse in 7 diverse regioni italiane. Il tour parte da Milano per raggiungere le altre città: Como, Bologna, Pescara, Isernia, Bari, Taranto, Salerno, Avellino, Napoli, Caserta e infine Roma. Ogni mattina il bus sosta davanti a una delle scuole selezionate, e i ragazzi, suddivisi per classi, salgono per visitare la mostra illustrata dai nostri operatori.
Dopo la visita sul bus (la cui durata sarà di circa 25 minuti) viene consegnato ai ragazzi un poster e un depliant informativi, al fine di dare maggiori nozioni e di rendere i ragazzi stessi promotori e divulgatori della campagna.
Info: www.moige.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node