com'è bello saluTare...
Un percorso attraverso le giuste cure e aTTenzioni da dedicare ai più piKKoli.

Attacco alle carie. Anche a quella da biberon…
Cioccolata, caramelle, lecca lecca, gelati, gomme da masticare, merendine sono gli (oscuri?) oggetti dei desideri dei bambini e più gli si negano e più ne vogliono! Ma contenendo molti zuccheri ai denti non fanno affatto bene. Come si forma infatti una carie? Il dente viene coperto da una placca: una pellicola bianco giallastra composta da batteri che combinandosi con gli zuccheri, contenuti negli alimenti, producono degli acidi in grado di danneggiare lo smalto dei denti. E come evitare una placca? Il modo più comune e più efficace è quello di una buona igiene orale. È consigliabile seguire il proprio figlio specialmente nei primi anni nel momento del lavaggio dei denti fino a che, dopo ogni pasto, non gli verrà automatico.
Carie da biberon: sono provocate da latte e liquidi zuccherati che assunti col biberon, rimangono a contatto con i denti del bambino per periodi prolungati (per esempio durante la notte). Si può prevenire mettendo solo acqua nel biberon prima di dormire, evitando liquidi zuccherati per far addormentare il bambino.
Per saperne di più su cure e prevenzioni:                    http://www.candreva.it/faq/denti_bambini.htm
http://www.automedicazione.it/cura-dei-denti.htm

Ma come mi devo sedere?
La scuola, luogo di socializzazione per eccellenza, dove non si fa altro che imparare nuove cose, libri su libri fogli e quaderni, dove si inizia il percorso per il raggiungimento della libertà di pensiero! Già ma quanta fatica… una delle prime difficoltà inizia proprio nello stare seduti.  La corretta posizione sui banchi di scuola è fondamentale. Una posizione scorretta oltre a creare danni alla colonna vertebrale, ne crea ad esempio anche all’attenzione. Il libro “la postura corretta sui banchi di scuola” fornisce spunti interessanti e giochi diverTenti  su come rendere i bambini più consapevoli del loro corpo e indurli ad assumere comportamenti più corretti. Vengono inoltre proposti degli esercizi, soprattutto rivolti agli insegnati, da far fare agli alunni in classe.
Autori: Davide Guasti e Annamaria Tamborrino.
Anno: 2005
Prezzo: 9,80 euro
Edizione: Junior

Nuovi centri di assistenza: le case famiglia
I bambini sono tanti e diversissimi tra loro. Ci sono quelli a cui piace fare sport, quelli a cui non piace affatto, quelli che adorano il pianoforte, quelli che preferiscono la batteria, quelli cresciuti con mamma e papà, quelli cresciuti solo con mamma o solo con papà. Poi ci sono dei bambini che a volte non sanno nemmeno chi siano “mamma e papà”. A loro chi ci pensa? Chi li accudisce? Esistono per questo gli orfanotrofi ma attualmente sarebbe meglio le case famiglia dato che entro il 2006 è prevista la chiusura dei vecchi orfanotrofi.
Le case famiglia sono delle normali abitazioni in cui operatori specializzati coordinano le attività e la vita delle persone o dei bambini che ne fanno parte. La richiesta di ospitalità in una casa famiglia deve essere inoltrata ai servizi sociali del proprio Comune, che valuta la situazione personale e che, se necessario, può coprire i costi della retta in modo parziale o totale.
A questo link troverete un’accurato elenco di centri che si occupano di ospitare bambini in difficoltà con attenzione anche a mamme gestanti:
http://www.novena.it/elenco/elenco_provvisorio.htm

Un nuovo modo di eSSere genitori e anche bambini
"I bambini sanno fondamentalmente di che cosa hanno bisogno in tutti i campi della loro vita". Questo il pensiero della Solter  psicologa e autrice del libro “il bambino consapevole” dove emerge un nuovo modello di bambino e di conseguenza anche un nuovo modo di essere genitore, soprattutto riguardo al modo di affrontare il pianto dei proprio figli. Come già molte mamme o papà sapranno sono molte le cause del perché i bambini piangono: fame, sonno, paura ecc. per la Solter  invece piangere è semplicemente una cura, un’autodifesa, che il bambino sviluppa per risanare un trauma, non solo fisico (caduta ad esempio). Propone di dare più fiducia dunque al proprio figlio e nel momento del pianto rendersi il più accoglienti possibili. Nel libro sono presenti una serie di esempi e di esercizi pratici per come affrontare insieme al proprio figlio il lungo e difficile processo di crescita.
Titolo: “Il bambino consapevole, nuovo modo di essere genitore”
Autore: Aletha Jauch Solter
Prezzo: 15.00 euro
Anno: 2004
Edizione: La meridiana

Arriva il dottor Pox!
I primi starnuti… e poi… se a scuola il compagno di banco gli attacca il raffreddore? O se ha la varicella? Ho saputo che il figlio di Sandra ha preso il morbillo!
Sono molti i genitori che si pongono queste domande o che sono preoccupati perché i loro figli potrebbero prendersi qualche fastidiosa malattia. Spesso il luogo più pericoloso è semplicemente la scuola… a tal proposito possiamo consigliarvi questo sito dove il dott. POX spiega attentamente ogni tipo di vaccino a cosa serve e contro quale tipo di microbo, in un’altra pagina è presentato invece uno schema dei vari vaccini obbligatori in età evolutiva, per ogni fascia d’età.
Ecco l’indirizzo: http://www.levaccinazioni.it/informagente/


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node