A RomA con Roberto Latini
Uno sperimentatore che seduce con una voce duTTile come uno strumento musicale

Cari lettori di Bazar,

questo mese vi voglio segnalare un attore davvero singolare nel panorama teatrale italiano. Si chiama Roberto Latini, romano, della generazione dei trentenni.
Ha studiato con Perla Peragallo, la mitica compagna di Leo De Berardinis, attrice straordinaria e misteriosissima che dagli anni '80 non hai mai più voluto calcare le scene ma solo insegnare ad alcuni e selezionatiSSimi  allievi.
Da lì deriva la sua posizione artistica in bilico tra avanguardia e classicità.
Latini recita con voce chiara e potente, con dizione pulita, non ammicca a minimalismi e lavora sulla voce come uno strumento, ma tutto ciò non ne fa un artista accademico ma uno sperimentatore.

Vale la pena ascoltarlo: una buona occasione è data da “Ardisco ma non ordisco”, un lavoro su Gabriele D’Annunzio che Latini presenterà a Roma dal 2 al 6 ottobre alle 21 presso il Museo storico dei bersaglieri a Porta Pia (RM), nell’ambito della rassegna Esplor/azioni. “Sono testi che hanno voglia di essere parlati” scrive Latini “spesso sussurrati, scritti come per muovere la bocca, per permettere alle labbra di incontrarsi, di toccarsi”.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node