VUOI SUONARE? DimEntica il pentAgramMa!
Esiste un sistema che rende la musica accessibile a tutti, giocando tRa colORi, foRme e lungHeZze diverse...

Imparare a suonare uno strumento è un desiderio manifestato da molti, soprattutto in tenera età. Il vero problema è rappresentato dal penTagrammA, difficile da apprendere immediatamente. E questo può causare un senso di scoraggiamento nei principianti.
Da qualche anno esiste una risposta che viene da Figurenotes, nuovo sistema di trascrizione musicale in cui le note sono sostituite da un insieme di simboli con forme, lunghezza e colori diversi.
Figurenotes nasce a Helsinki nel 1996 per opera del musicoterapeuta Kaarlo Uusitalo, che lo sviluppa successivamente con Markku Kaikkonen, musicista e ricercatore nella pedagogia musicale speciale.
Il sistema combina le forme innovative rappresentanti le note con una simbologia + convenzionale usata per indicare le altezze delle note nell'ambito di 4 ottave, le durate, le pause, le battute, le alterazioni e gli accordi.
In tal modo, il linguaggio musicale viene appreso direttamente, stimolando le capacità espressive e le abilità di ciascun soggetto.
Tutto ciò rende Figurenotes particolarmente adatto alle persone disabili, rendendo possibile l’autonomia, lo sviluppo di conoscenze e l’integrazione sociale.
In Italia, il sistema è stato introdotto nel 2002 dall'insegnante e animatrice musicale Gabriella Ferrari, autrice, anche, di "Musica con Figurenotes - Imparare a suonare facilmente con i simboli colorati", edito dalla casa editrice Erickson, rappresenta l'unico testo autorizzato in Italia sul nuovo sistema di apprendimento musicale.
Per informazioni: Scuola Musicale delle Giudicarie
Via Mons. Perli 2  Tione di Trento (TN)  tel: 0465324141
scuola.musicagiudicarie@tin.it

ARIA Di Famiglia: un marcHio di qualità X i diRitTi dell'inFanziA
E'
 il primo “marchio di qualità” che il Comune di Roma concede a negozi, bar, ristoranti, alberghi, cinema, teatri e musei che tutelano i diritti dell’infanzia e, al tempo stesso, offrono spazi, servizi e promozioni speciali per i bambini e le famiglie. Si tratta di un progetto voluto dal Comune (Assessorato all’infanzia e alla Famiglia) per condividere con le imprese l’attenzione alle esigenze dei bambini.  Le associazioni hanno costituito un comitato di garanzia che ha il compito, tra gli altri, di individuare ogni anno un progetto per l'infanzia, da realizzare grazie anche al contributo economico volontario degli esercenti aderenti al marchio. Per ottenere il marchio è necessario non impiegare manodopera minorile, non importare, vendere e distribuire beni e servizi realizzati dai bambini e sono accettati anche i menù per bambini nei ristoranti e gli sconti famiglia.
Per informazioni: 060606 (call center del Campidoglio)

CHIUSI DENTRO QUEL BARATTOLO!!
Ristretti Orizzonti è un giornale pubblicato dalla Casa di Reclusione di Padova e
dall'Istituto di Pena Femminile della Giudecca e realizzato da detenuti, detenute e operatori volontari.
Il termine “ristretto”, nel linguaggio burocratico carcerario, significa “detenuto”.
Il giornale si chiama così perché “dentro” si sta realmente stretti, ma è proprio in tali “ristrettezze” fisiche e spirituali che si vuole dialogare mantenendo viva più che mai l’ironia.
A tale proposito, è stato pubblicato “Non aprite quel barattolo”. Il libro presenta una raccolta di vignette realizzate da Ristretti Orizzonti accompagnata dall’inedita storia di Dado, protagonista delle vignette.
Interessante il consiglio dato da Sergio Staino, nella prefazione del libro, di sfogliare e leggere questo libretto con la tenerezza di un fiore che vi racconta con semplicità molte cose sullo strano luogo in cui è nato.
Per ricevere il libro è sufficiente fare un versamento di € 10.00 sul C.C. postale 15805302 intestato all’Associazione di volontariato Il Granello di Senape, Giudecca 194 - 30123 Venezia, specificando il titolo del libro nelle causali di versamento.
Per informazioni: Ristretti Orizzonti, N.C. - Via Due Palazzi 35/a - 35136 Padova
 
www.ristretti.it

RUOTA LA VITA!!!
Una utile guida sulla sessualità e fertilità maschile per persone con lesione midollare

“SE LA VITA RUOTA...”  rappresenta un vademecum scritto sotto forma di racconto: un piacevole tracciato di vita quotidiana che si sofferma anche sui problemi psicologici e sociali che potrebbero toccare da vicino le persone con una mielesione.
Ogni argomento è visto dal punto di vista umano, dal lato del paziente e del suo modo di vivere e superare i problemi che si trova a dover affrontare.
Il curatore dell'opera, Giulio Del Popolo, è il responsabile del reparto di Neuro-Urologia dell'Unità Spinale di Firenze. Il libro può essere richiesto gratuitamente.
Per info:
http://www.cateterismo.it/disabili/sesso-disabili.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node