Angela Zanghi segnala le mostre IMPERDIBILI
mostre ed eventi curiosi, inediti, esotici, originali, unici...

1)L'Arte nel Tempo, il Tempo dell¹Arte, fino al 24/9/06
Una performance in cui la pittura diventa spunto per la danza in una fusione
poetica. Analogamete i quadri sono stati collegati a suoni di autori
contemportanei con i quali sono state individuate delle assonanze.
Roma, Dependance della Casina delle Civette - Villa Torlonia
via Nomentana , 70


2)Sol Le Witt
Early Works. Wall Drawing

A 18 anni di distanza dalla prima mostra di Sol LeWitt (Hartford, USA, 1928)
negli ambienti di via Col Di Lana, Le Case D'Arte ospita nello spazio di via
Circo un omaggio al grande artista americano presentando "Arcs from one side
of the wall", wall drawing del 1973, e alcuni lavori su carta anch¹essi
degli anni Settanta.

I primi wall markings (appellativo che in seguito fu sostituito dal nome con
cui li conosciamo oggi per conferire ad essi una valenza ancor piu'
sintetica ed essenziale) furono realizzati unicamente in nero e solo
successivamente in altri colori come il rosso e il giallo e il blu,
associati a figure di una geometria sempre piu' regolare (cerchio, triangolo
e quadrato).

Il wall drawing, il primo dei quali venne realizzato nella galleria
newyorkese di Paula Cooper nel 1968, contiene in se' l'essenza del lavoro
concettuale dell'artista: riproducibilita' universale e scientificita'
geometrica che ne fanno il paradigma di ³quella macchina per fare l'arte che
e' l'idea" (Tommaso Trini), della quale la produzione di Sol LeWitt si
nutre.

L'idea, il concetto, investe non solo la forma iconografica del lavoro ma
anche la sua essenza: e' un quid che informa l'opera d'arte "nonostante
l'artista", sebbene, paradossalmente, egli ne sia la scaturigine. La
trasposizione materiale del wall drawing avviene infatti grazie al lavoro
fisico degli assistenti e alle istruzioni che Sol LeWitt fissa in piccoli
diagrammi. Cio' che rimane nel tempo, quindi, non e' il disegno fenomenico,
materico e contingente, deperibile e finito ma l'idea in se' che lo
sottende, che lo rende universale, riproducibile all¹infinito e adattabile
alla superficie che ogni volta l'accoglie. Il disegno parietale, inoltre,
non e' firmato ma e' accompagnato da un certificato, ossia da una vera e
propria ufficializzazione terrena di un concetto universale.

Inaugurazione venerdi' 22 settembre 2006 h.19.00

Le Case d'Arte
via Circo, 1 - Milano
Orari: martedi' > sabato 15:30 > 19:00


3)Milano, Prometeogallery
A-1 53167 (ANIBAL LOPEZ)
dal 22/9/2006 al 23/10/2006

Colectiva. L'autore figura come soggetto unico e, allo stesso tempo,
molteplice e plurale. Se da sempre A-1 53167 si e' presentato dietro una
sigla - quella del numero del proprio passaporto - ora declinando il suo
nome Ani'bal Asdrubal Lo'pez Jua'rez mette in scena altrettanti personaggi
con ruoli e pratiche differenti.

Prometeogallery, via G. Ventura, 3
Tel. 0226924450

4)Torino, Franco Soffiantino
DOPPIA PERSONALE
dal 19/9/2006 al 4/11/2006

Rebecca Belmore e Nancy Spero

Martedi' 19 settembre alle ore 19.00, la Galleria Franco Soffiantino Arte
Contemporanea inaugura la nuova stagione con le personali di Rebecca Belmore
e Nancy Spero.

Rebecca Belmore?

Muovendosi tra modalita' espressive differenti, come performance,
installazione, video e scultura, l¹artista canadese Rebecca Belmore coniuga
diversi temi, focalizzandosi prevalentemente sui concetti di storia, luogo
ed identita'.

Il suo intero percorso artistico si richiama alla cultura e alla storia
delle popolazioni dei nativi del Nord America, a cui lei stessa appartiene,
e che sente aggredite e in pericolo dopo la colonizzazione europea. Il suo
lavoro amalgama, quindi, riferimenti storici ad elementi naturali, come
l¹acqua e il fuoco, fatti realmente accaduti mescolati a tracce rituali e
mitiche, in cui la dimensione del ricordo si unisce alla suggestione del
luogo. Anche nelle performance, il mezzo espressivo da lei prediletto, la
violenza polemica di alcune sue azioni e' bilanciata da un senso di perdita
e di assenza, la presenza fisica del corpo o degli oggetti si fonde con un
tocco etico ed elegiaco.

L'artista, che ha rappresentato il Canada alla 51ma Biennale di Venezia,
presentera' una performance durante l¹inaugurazione della sua personale.

***********

Nancy Spero?

Artista americana, nota per il suo impegno antimilitarista e legata al
movimento femminista americano fin dagli anni Settanta, Nancy Spero utilizza
il corpo femminile come soggetto principale dei suoi disegni e delle sue
stampe. Famosa per questa tecnica artistica, che consiste in stampe a mano
su dei lunghi rotoli di carta, sia orizzontali che verticali, i suoi lavori
sono il risultato di un collage di immagini, prevalentemente di donne,
tratte da quotidiani, riviste e fotografie, mescolate tra loro o insieme a
stralci di testo, simboli arcaici ed elementi pittografici.

Sui fogli, quindi, prendono vita figure femminili provenienti dalla storia e
dal mito, da culture ed epoche storiche differenti. Questo inedito
repertorio figurativo appare ripetitivamente nella medesima stampa, a volte
in sequenza o in combinazioni simili, generando una costruzione narrativa
aperta e in continuo divenire. Le immagini vengono quindi estraniate dal
loro contesto originario, trasformate e mescolate come elementi decorativi
autonomi, private del loro semplice significato iconico. Oltre a fonti
storico-artistiche e a suggestioni provenienti dalla storia e
dall¹attualita', sono molto forti anche gli spunti politici e sociali, che
ridisegnano e ridefiniscono il ruolo della donna nella storia.

Nei suoi ultimi lavori, esposti in mostra, le stampe si arricchiscono di
dettagli decorativi, di forme e sfondi colorati generando delle composizioni
piu' strutturate, che amplificano il processo di ripetizione e
frammentazione dei modelli estetici.

SEDE Franco Soffiantino
INDIRIZZO via Rossini, 23
TELEFONO 011 837743
FAX 011 8134490


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node