SOLItudini aZZerate
adolescenti disabili, bambini affetti da neoplasie, alcolisti, detenuti... Persone a rischio solitudine? Forse no se date un'occhiata qua...

Un film da vedere: 'CRISALIDI' VINCE AL GENOVA FILM FESTIVAL
Amore, futuro, sesso e scuola visti da adolescenti disabili

Premiato per aver realizzato una testimonianza lucida e di grande impatto emotivo, che certamente contribuirà ad abbattere un pregiudizio, questa è la motivazione che  la giuria del 9° Genova Film Festival ha adottato per premiare il regista Mirko Locatelli ed il suo “Crisalidi”. Il film affronta il tema dell’adolescenza e della disabilità e la giuria ha apprezzato questo confronto a distanza, sull'essere disabile, sui temi della vita, sulla percezione che gli adolescenti hanno del proprio corpo in trasformazione, sia essa di natura fisiologica, sia indotta da una patologia. Il pregiudizio è  quello sulla disabilità, ma anche quello sul come parlarne: non pietismi e "poverino", ma trattarli come gli altri. Motteggiando la definizione di "persone con disabilità", si può parlare di "adolescenti con disabilità", con l'accento sulla prima parola, e sul primo concetto.
INFO: Ass. Cult. DAUNBAILÒ, Via C.A.Tavella 10R 16136  Genova
tel.: 010 2725915 e-mail:contact@daunbailo.org
www.crisalidi.it

un GRANDE SPAZIO PER i piccoli
Grazie all'associazione Luca Onlus apre a Udine la sezione di oncologia pediatrica

Una nuova sezione di Oncologia pediatrica, per poter accogliere al meglio in fase di ricovero e cura i bambini affetti da patologie neoplastiche. È quanto è stato inaugurato presso la clinica Pediatrica del Policlinico universitario di Udine, che ha potuto realizzare la nuova struttura grazie all'interessamento e al finanziamento dell'associazione Luca onlus.
Le 2 stanze che compongono la nuova sezione sono dotate di filtri per la depurazione dell'aria, per il ricovero in isolamento e day hospital, adatte anche ad accogliere i bambini che devono essere sottoposti alle terapie antineoplastiche più impegnative. L'attrezzatura è completata da monitor a circuito chiuso, televisione, play station e dvd per il gioco e lo svago dei piccoli pazienti, ed è a disposizione per i bambini un Pc con collegamento a Internet. Costo complessivo dell'opera: 180mila euro.
La nuova struttura seguirà soprattutto i bambini del territorio, assicurando il massimo della competenza e la massima vicinanza possibile a casa
INFO:
http://policlinico.uniud.it, Associazione Luca Onlus www.eurofriuli.com/luca
e-Mail lolut@libero.it.

In scena gli Acrobati dell'esistenza
Storie di detenzione, alcolismo, tossicodipendenza

Nasce da esperienze di marginalità e disagio quotidiano lo spettacolo "Storie di strada (Luca e dintorni)”, una performance che è andata in scena per la prima volta nel corso della Notte Bianca padovana nel luglio scorso. Gli “Acrobati dell'Esistenza” è una compagnia composta da interpreti, provenienti da diversi contesti sociali, ma legati da storie di solitudine e malessere: un detenuto, un ex senza fissa dimora, giovani studentesse e laureate. Spunto di partenza del testo, una lettera pubblicata su “Brontolo”, il giornale di strada padovano, scritta da uno degli attori alla madre.
Lo spettacolo è stato il risultato di quasi un anno di lavoro: una performance ad incastri scenici, uniti dal filo conduttore della solitudine, della strada, della consapevolezza del disagio quotidiano. Ai testi si accompagnano musiche e canzoni composte da artisti di strada. Per le prove dello spettacolo la neonata compagnia è stata ospitata dai Padri Comboniani.
Info:
http://www.comune.padova.it

voce amica in carcere
Una linea telefonica a circuito chiuso di comunicazione e ascolto tra reclusi e operatori
Una Voce Amica in carcere: dall’altro capo del filo la persona non ha volto, né nome, ma sa ascoltare i problemi. Soprattutto quelli dei detenuti che non hanno altre possibilità di confidarsi. È l’iniziativa pilota avviata nel carcere di San Sebastiano in collaborazione con "Voce Amica", col sostegno di Fondazione Banco di Sardegna: creare una linea telefonica a circuito chiuso di comunicazione e ascolto tra i detenuti e gli operatori di Voce Amica.
Scopo dell’iniziativa è valorizzare il rapporto dei detenuti con l’istituzione, dare uno strumento di sostegno in più, e soprattutto consentire ai carcerati di avere una persona con cui parlare, almeno una volta alla settimana, esterna ed estranea al penitenziario, di cui fidarsi totalmente. Voce Amica offre un servizio totalmente apolitico, apartitico e aconfessionale.
Attualmente sono circa 70 i detenuti coinvolti che ogni lunedì hanno a disposizione, per due ore e mezzo, una stanza all’interno del penitenziario con un telefono collegato direttamente a un altro apparecchio sistemato in un’altra zona dell’istituto. Un modo quindi per alleviare le sofferenze di chi non può attraversare le barricate, ma che in questo modo può ancora sperare. L’iniziativa, che è stata presentata anche agli altri centri di Voce Amica di altre città italiane, è stata accolta da tutti con grande entusiasmo e presto partirà anche in altre città.
info:
www.segretariatosociale.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node