guarDie e laDri
poliZiotti, macChine, furTi, venDitori ambulanti e razZismo... tra cRonaca e fiCtion
Ciao giovani,
cominciamo questo nuovo appuntamento dedicato al cinema “culto”.
Vecchio, nuovo, d’autore, di genere, lungometraggi, cortometraggi e magari
anche videoclip.
La premessa è che il giudizio sarà spudoratamente di parte (non che non sia soggettivo anche quello dei critici cinematografici doc...) non essendomi io formato secondo i criteri deontologici del perfetto critico professionista.
Questa volta vi parlerò di un doppio dvd recentemente pubblicato dalla No Shame per il mercato estero, ma reperibile anche in Italia naturalmente: “Uno bianca”.

unoBianca

Il film, diretto da Michele Soavi nel 2001, è ispirato ai noti, violenti, drammatici fatti di cronaca dell’omonima banda che negli anni '90 sconvolse Bologna e gran parte dell’Emilia Romagna con eco in tutto il Belpaese.
Basato sul libro di Marco Melega “Baglioni e Costanza” è la storia di due poliziotti di provincia, Rimini, che si trovano ad avere a che fare non con i soliti venditori ambulanti di borse, cinte e cd taroccati, ma con fatti, crimini e istituzioni deviate molto più grandi di loro.
I due, interpretati da un bravissimo Dino Abbrescia e da uno spettacolare Kim Rossi Stuart (di cui sono sempre più accanito fan, vedi Romanzo Criminale), con la loro dedizione, con il loro senso di giustizia e con la loro abnegazione riusciranno a risolvere il caso e restituire dignità alla Polizia, seppur con pochi mezzi e con il contrasto di alcuni colleghi dalle dubbia capacità.
Metteranno a repentaglio se stessi e le loro famiglie per risalire la spirale dell’illegalità ed arrivare ai capi della banda, due inquietanti fratelli (poi si scoprirà tre, in un finale mozzafiato), di cui uno poliziotto del nucleo operativo di Bologna.
Quest’ultimi, interpretati con grande maestria, rivelano un carattere autoritario, violento e razzista, purtroppo molto vicino al ritratto dei veri criminali, i fratelli Savi, autori di gesta efferate: 24 morti, 103 crimini.
Da notare per i cinefili che lo screeenplay nasce in collaborazione con l’attore e sceneggiatore Luigi Montefiori a ka George Eastman, quello di “Cani arrabbiati”, “Porno Holocaust” e “Anthrophagus” tanto per intenderci.
Un film che consiglio vivamente perché unisce cronaca e fiction, sentimenti ed azione, intrattenimento ed educazione.

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Immagini collegate
unoBianca
  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node