Casaling-action
In un rapporto di peer to peer i giovani mettono sotto osservazione i loro coetanei per capire stili di vita e abitudini. Risultato? Li scoprono indipendenti, avvezzi alle faccende domestiche, bravi nel “fai da te”, scarsamente tecnologici e troppo TV- addicted. Finita l’era del mammone italiano inizia quella dell’autosufficiente forzato?

Inchiesta degli Studenti dell’Università La Sapienza di Roma, a cura di Laura Tricoli, con la collaborazione di Emanuela Oppido, Federico Ciacci, Patrizia Angona, Sara Mastrototaro, Alessia Graziani, Silvia Barone, Valentino Formaro, Francesco Pizzuti, Nicoletta Cristiano, Raffaele Maiorano.

 

Casalinghizzarsi

AAA cercasi ragazzi e ragazze (possibilmente simpatici) per condividere appartamento. Annunci come questo invadono giornali, muri, bacheche, cabine telefoniche, addirittura cassonetti e bagni pubblici. Espressione di una nuova forma dell’abitare che vede l’individuo catapultato in una condivisione forzata degli spazi in cui la propria stanza diventa rifugio ed esplode d’identità.

Staccatosi dal nucleo di provenienza il giovane studente fuorisede è costretto a cooperare nella gestione della casa, compito fondamentale, ma convenzionalmente attribuito alle massaie. Così, senza l’aiuto dell’apposito Ministero, si realizzano le pari opportunità e giovani uomini e donne vengono casalinghizzati attraverso un processo di trasformazione di ragazzi e ragazze in perfette casalinghe. Un’evoluzione in cui i giovani mammoni italiani diventano autosufficienti, provvedendo da soli al proprio sostentamento. Da bambinoni viziati, incapaci di cucinare anche un semplice piatto di spaghetti al pomodoro, facilmente diventano cuochi provetti; contro ogni aspettativa i meno avvezzi alle faccende domestiche possono trasformarsi  in maniaci dell’ordine e del pulito! Insomma volenti, o forzati da necessità di convivenza, tutti gli abitanti di un appartamento devono casalinghizzarsi!

 

E per imparare a pulire casa…

· Il piacere della casa, di Irma D'Aria. Edizioni Baldini Castoldi Dalai. € 14,00, pg. 256 - Un libro pieno di consigli su come fare le pulizie di casa sfruttando bene il tempo e cercando tutti gli stratagemmi che possono aiutare a fare meno fatica.

·  http://www.eticamente.altervista.org/SopravvivenzaUrbana_PuliziaCasa.htm Una pagina web che spiega come avere una casa pulita senza rimanere con la coscienza sporca…ovvero ecologia nelle pulizie di casa. Una pagina che fa parte del sito Eticamente, dedicato al vivere etico.

 

Siamo il futuro

Negli ultimi 5 anni il problema delle case in affitto si è fatto sempre più complesso per gli studenti che hanno bisogno di una stanza nelle sedi universitarie italiane. I canoni, in continua crescita, non consentono di far fronte all’ingente somma richiesta. Stimare esaurientemente l’estensione del fenomeno è difficile perché, oltre che complesso, è abilmente trascurato dalle istituzioni.

Attraverso una ricerca effettuata su un campione di 150 fuorisede si è cercato di comprendere meglio la situazione. È emersa un’amarezza diffusa tra gli intervistati, che vivono il disagio di una condizione avvilente, con le istruzioni preposte impotenti e indifferenti.

Ma cosa può cambiare? O meglio, cosa dovrebbe cambiare davvero? Prima di rispondere bisognerebbe riflettere sul fatto che gli studenti nel resto d’Europa vivono una situazione molto più dignitosa, spesso studiano all’interno di campus universitari con tanto di centri sportivi, aree relax, spazi di ritrovo che stimolano lo studio rendendolo addirittura piacevole e creativo. Il contesto italiano sembra ancora lontano dal rinnovare le proprie infrastrutture, e le conseguenze non tardano ad arrivare, infatti il calo di iscrizioni negli ultimi anni risulta in crescita. Ecco il paradosso: in città di grossa valenza culturale, come quelle italiane, ci sono realtà così ostili al lavoro intellettuale di domani. E domani è il futuro!

 

Per consigli e aiuti nella ricerca di una casa fuorisede contattare l’Unione degli Universitari (confederazione nazionale di associazioni studentesche dei principali atenei italiani):

Sede nazionale via G Morgagni 27 Roma tel. 0644252985 e-mail udu@studenti.it - http://udu.studenti.it/home/

 

Cara stanza, ma quanto mi costi?

Nei maggiori centri universitari per una camera doppia il prezzo si aggira sui 300 €, mentre la singola può arrivare anche a 550€, ma in media il privilegio di non condividere la stanza con nessuno vuol dire sborsare 450€. Tutto spese escluse. Le zone vicine alle università sono le più gettonate e quasi sempre non esistono contratti regolari. La ricerca dell’appartamento si svolge presso le bacheche universitarie, su giornali specializzati e solo per la minoranza tecnologica tramite internet.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node