Riva del Garda: questa si che è arte!
Tutto il jet set della radio si ritrova lì, a Riva del Garda. E allora ne approfitto per esplorare un luogo idilliaco, che sorprende per vegetazione, cura, pulizia e sapori. La chicca da non perdere? I marron grappé!

Per fortuna si organizzano eventi culturali in bellissime località italiane, così riesco a scoprire luoghi meravigliosi. A fine giugno si è tenuta a Riva del Garda, nel Trentino, la seconda edizione di “Radio Incontri” (www.rivaradioincontri.it) , una sorta di kermesse dei personaggi più noti della radiofonia che per l’occasione incontrano il loro pubblico in dj-session, talk-show e spettacoli, insomma altro che “video killed the radio star”, pare che conoscere il volto di chi parla aumenti la confidenza tra speaker e ascoltatori. Arrivo a Riva del Garda invitata come rappresentante di Radio Capital (la radio dove ho una rubrica di insolita posta del cuore socialmente inutile); insieme a me i guru della radiofonia: Dose-Presta, Lillo & Greg, Flavia Cercato, Renzo Arbore, Alessio Bartallot, Nick the Nightfly e altri. Arrivo in hotel completa di tutto: un brutty-case, la cappelliera, la parrucchiera, le unghie finte con tanto di porto d’armi, un rossetto stridente catarifrangente e una macchina fotografica.

Resto subito colpita dalla vegetazione mediterranea di Riva del Garda: ma come, non siamo in Trentino? Io qui vedo palme, olivi, agave, ginestra, papavero, filari e filari di vite. E’ l’unica zona di tutto l’Alto Adige ad avere tali piante per la presenza del lago (il più grande d’Italia) che mitiga il clima. Ma quando vedo sul viale le palme avvinghiate da rose gigantesche raggiungo un orgasmo mulpilex multisala! Ma quanta cura! Che ordine! Quanta pulizia! Sarà l’influsso teutonico vicino? Getto una carta per terra per sentirmi più a casa mia....una signora in tailleur color rosa salmonella la raccatta, mi insegue e mi dice cortesemente “Scusi signora, le è caduta questa!” E mi dà la carta! Che cafona! Ma come, chiamarmi “signora” e non “signorina!”. Decido di smaltire la rabbia facendo una bella passeggiata per la “Strada del Ponale” una vecchia strada resa pedonale e ciclabile che offre un panorama a strapiombo sul lago da far venire i brividi (che tanto la pelle d’oca è permanente). Tutti in bicicletta (col sellino), tanto trekking (sconsigliati i tacchi, meglio i più antiestetici scarponi), tanta aria pulita.

Consiglio anche un’escursione al Museo della Guerra della vicina Rovereto (rivedere gli orrori della guerra fa sempre bene) e al Castello di Arco (con bellissime aiuole di olivi, papaveri rossi, arancioni, bianchi e gialli...mi vengono alla mente i “mille papaveri rossi” di De André). Ancora presto per farsi un bagno al lago, capisco perché sia di formazione glaciale e non vulcanica: sembrava ghiaccio sciolto... (appena ho messo il mio piedino n.42 in acqua mi si sono ritirate le doppie punte dal freddo!).

Concedo interviste su interviste ai quotidiani locali (una signorina ogni tanto deve pur concedersi): “L’Adige, il Trentino, il Corriere del Trentino” e alla radio locale “Radio Dolomiti”, il mio incontro con il pubblico è un trionfo. Tronfia di cotali successi mi dedico al culi-shop (shopping culinario): ottimo vino Marzemino esaltato nel “Don Giovanni” di Mozart, la grappa “Nosiola” protetta dalla Lega Antianalcolica trentina, le dolcissime mele della Val di Non, i funghi, uno strudel delizioso della Pasticceria “Susy”. Per chiudere in bellezza vado al ristorante “Al Volt” per assaggiare gli strangolapreti, il pesce di lago con polenta e dei deliziosi marron grappè (ovvero i marroni conservati nella grappa). Con tutti e cinque i sensi soddisfatti vado a riposare all’Hotel Europa, vista sul lago e piazza Catena: ah...com’è dura la vita di una star!

 

RISTORANTE "AL VOLT", via Fiume 73 Riva del Garda (TN). Tel. 0464 552570


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node