L'antimonDiale per gioCo
dai bar italiani ai pub inglesi, fino ai kneipe tedeschi si parlerà solo di calcio?


Questo giugno è difficile sfuggire ai silenzi delle strade e tuoni delle televisioni che trasmettono i mondiali di calcio. Il calcio è lo sport che accomuna tutti gli europei e durante il campionato i bar italiani, i pub inglesi, i caffè francesi e gli kneipe tedeschi vengono invasi dalle partite. Con il calcio ci dimentichiamo della nostra nostra pax europea politica e le rivalità antiche tra paesi vicini si sfogano in tutto la loro foga patriottica. Per chi riesce a snobbare questa febbre, forse per critica sociale o politica, forse solo per contraddire gli aspetti più commerciali dello sport, l’Europa estiva offre miriadi di altri sport per distrarsi e tonificarsi, lontani dal mondiale.

LA traDIZIOne guerriera

noi  noi1  noi2  
I più in voga sono i più antichi, che tornano alla ribalta in una stagione in cui le tradizioni regionali e locali si rafforzano, in una reazione istintiva allo smarrimento del mondo globale e mediatico. Bazar suggerisce i + bizzarri, i + antichi e + spiritosi.
Sono soprattutto i discendenti di celti, baschi e vichinghi a prendere il patrimonio sportivo sul serio. E ora esiste anche una federazione europea di giochi tradizionali, patrocinata dall'Unione europea e dall'Unesco (Association Européenne des Jeux et Sports Traditionnels,
www.jugaje.com).
La tradizione guerriera europea è presente nelle tante versioni della lotta corpo a corpo. Coperti di olio in Macedonia, vicini al Judo e al Sumo nella ex-Unione Sovietica, i lottatori sono organizzatissimi in Svizzera e in Spagna. In Turchia i lottatori di Yagli Gures sono i discendenti della guardia imperiale dell’Impero Ottomano, e lottano a oltranza, anche per giorni, a torso nudo e coperti di olio di oliva.

Perchè non provare poi la lotta Bretone, o Gouren, un corpo a corpo frenetico praticato in Bretagna dove, si dice, fu importato dai nobili celti in fuga dalle isole britanniche 1500 anni fa. I lottatori devono fare un giuramento di comportarsi onorevolmente, ma le regole sono semplici, ci si affronta in piedi, e vince chi riesce a far cadere l'avversario per terra (ambedue le scapole) entro 7 minuti. (gouren.nexenservices.com)

Lo spirito combattivo si trova anche in Islanda dove si pratica il Glima (che si traduce “gioia”), una antica forma di lotta corpo a corpo, piena di fair play e di rispetto reciproco. Si deve far cadere a terra l'avversario afferrandolo per le maniglie attaccate alla cintura e alle gambe (una mutazione moderna dei vecchi pantaloni spessi dei pescatori vichinghi). La violenza eccessiva è rifiutata, è uno sport di tecnica che va praticato all'aria aperta, soprattutto nella freddissima Islanda per tonificare spirito e corpo. (www.glima.is)

noi3

Prevale negli sport tradizionali europei la tentazione di lanciare oggetti. Varpa è uno sport svedese che si pratica sulla isola baltica di Gotland. È una versione vichinga delle bocce, dove invece di una sfera si lancia un pietrone a forma di disco, oppure un disco di alluminio, cercando di farlo atterrare il più possibile vicino a un palo.

Ancora più etnico lo Stångstörtning, il lancio del tronco vichingo, dove forzutissimi giocatori lanciano tronchi lunghi 4,5 metri e pesanti 26 kili.

Kubb invece è un gioco scandinavo di origine medievale a metà tra le bocce e gli scacchi - le 2 squadre devono cercare di abbattere 6 legni rettangolari della parte opposta senza abbattere il “re”, un legno incoronato tenuto al centro del campo da gioco. Si vince di tattica più che di forza bruta. Per informazioni sui giochi di Gotland, www.gotland.net/stangaspelen/huvudram.htm.

Annoiati dal baseball? Provate il Pesäpallo (www.pesis.fi), una forma tradizionale di baseball finlandese che avrà, per coincidenza, la coppa del mondo in Germania nel Luglio 2006.

Una versione del baseball esiste anche in Romania e si chiama Oina, e non ha niente a che vedere con gli USA, ha invece le radici tra i pastori valacchi che lo giocavano fin dal 14° secolo nelle valli dei Carpazi (la federazione rumena di Oina si trova su www.sportbiz.ro/froina/index.html).

Annoiati invece dal tennis? Provate il Pärk, uno scoordinato tennis vichingo giocato da squadre di 7 persone che si lanciano con mani e piedi una palla di cotone e pelle di pecora.

Lo sport più spiritoso: la fuga del formaggio di Cooper's hill che si svolge nella contea del Gloucestershire in Inghilterra. Uno sport antichissimo, pare addirittura che abbia origini pagane e pre-romane, certamente è giocato da almeno 2 secoli. La gara consiste nel' inseguire una forma di formaggio di tipo Gloucester che viene fatta rotolare lungo un pendio ripidissimo. Nessuna regola, spintoni e cazzotti sono ammessi e vince chi prende il formaggio, o comunque chi arriva primo, visto che il formaggio rotola così veloce che non lo afferra mai nessuno. Ogni anno tantissimi gli infortuni, gli occhi neri e le ossa rotte.
Ma l'adrenalina di correre come folli lungo una collina inseguendo una forma di formaggio compensa ogni rischio. (
www.cheese-rolling.co.uk).


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node