Roma - 8 novembre - Incontro pubblico: "Il dovere della memoria, la scelta dei diritti" | Ricordare, riconoscere, educare ai diritti umani in Europa e in America Latina: l'esperienza cilena

GIOVEDÍ 8 NOVEMBRE 2007
Ore 15.30 - 18.00
Presso la Sala della Pace Giorgio La Pira
Provincia di Roma – Via IV Novembre 119 /A

Il dovere della memoria, la scelta dei diritti

Ricordare, riconoscere, educare ai diritti umani
in Europa e in America Latina: l'esperienza cilena

Presentazione del progetto:
“Promozione e formazione sui diritti umani
nelle scuole superiori della Provincia di Roma”

INTERVENGONO

On. Antonio Rosati
Assessore alle politiche finanziarie e di bilancio della Provincia di Roma

On. Daniela Monteforte
Assessore alle politiche della scuola della Provincia di Roma

Dr.ssa Claudia Barattini
Addetto Culturale Ambasciata del Cile in Italia

Proiezione dvd presentazione Museo Villa Grimaldi in Cile

Dr.ssa Teresa Gómez Meier
Coordinamento degli organismi cileni “Casa della Memoria e dei diritti umani”

Prof.ssa Maria Rocchi
IRSIFAR Casa della Memoria e della Storia del Comune di Roma

Dr.ssa Patricia Mayorga
scrittrice e giornalista

Dr. Fabio Iacomini
Coordinatore generale Terra Nuova

PREMESSA
Consapevole dell’ impegno della Provincia di Roma nella solidarietà con i popoli del mondo ed in particolare dell’America Latina nella ricostruzione delle proprie democrazie, nella lotta contro la impunità dei criminali e nella ricerca della giustizia dopo il periodo delle lunghe e sanguinose dittature degli anni 70’ e 80’, Terra Nuova propone una iniziativa di formazione sui diritti umani da realizzare nella scuole della Provincia di Roma.

Con questa proposta alla Provincia di Roma Terra Nuova intende promuovere tra le giovani generazioni la consapevolezza nei confronti della necessità di difendere i diritti umani e la giustizia per tutti. In tal senso intende promuovere la formazione di giovani studenti come promotori dei diritti umani e della giustizia attraverso la costruzione di un percorso didattico insieme agli insegnanti, a partire dalla Memoria come strumento per la prevenzione delle violazioni, la difesa dei diritti umani e della giustizia e la mediazione pacifica dei conflitti.

Il percorso coinvolgerà un numero significativo di studenti in attività di informazione, dibattito e riflessione sull'esperienza vissuta negli anni 70 e 80 in America Latina (con particolare riferimento al Cile) nel campo della difesa dei diritti umani e della lotta per il recupero della legalità democratica.

Terra Nuova ha stabilito un rapporto di collaborazione permanente con gli organismi che in Cile sono impegnati in un lavoro di tutela e prevenzione continua sui diritti umani. Con tali organismi si intende sviluppare in Italia ed Europa iniziative di appoggio al lavoro che essi svolgono sui diritti umani, oltre a iniziative specifiche sul tema della didattica sui diritti umani e l’importanza della Memoria storica come strumento di prevenzione.

PRESENTAZIONE DI TERRA NUOVA
Terra Nuova è una associazione italiana senza fini di lucro (ONLUS) operante dal 1969, anno in cui ha iniziato le proprie attività nella cooperazione internazionale. Terra Nuova opera nell’ambito della solidarietà e cooperazione allo sviluppo in America Latina e Africa. Costituita formalmente nel 1971, nel 1972 è stata riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri italiano come ONG idonea a realizzare programmi e progetti di cooperazione allo sviluppo (1) e di Educazione allo Sviluppo. Dalla fine degli anni ’70 realizza anche progetti e programmi finanziati dalla Commissione Europea.
L’azione di Terra Nuova si rivolge principalmente ai seguenti soggetti ed attori sociali: bambini/e e giovani in condizione di marginalità, donne, piccoli produttori rurali ed urbani, comunità e popoli indigeni. L’Associazione collabora con questi attori sociali in stretta relazione con le società civili locali e mediante processi di democrazia partecipativa atti a promuovere la difesa ed l’esercizio dei diritti umani e di cittadinanza ed idonei a favorire legami di interscambio tra i vari attori coinvolti, sia nell’ambito Sud-Sud che Sud-Nord. A livello strategico, l’attività di Terra Nuova si situa in due ambiti prioritari: sviluppo locale tanto nell’area rurale che urbana; sostegno istituzionale e rafforzamento delle capacità delle controparti locali.

L'INTERVENTO PROPOSTO

OBIETTIVO GENERALE:
Promuovere la consapevolezza delle giovani generazioni nei confronti della necessità di difendere i diritti umani e la giustizia per tutti.

OBIETTIVO SPECIFICO:
Formare dei giovani come promotori dei diritti umani e della giustizia attraverso la costruzione di un percorso didattico che utilizzi la Memoria come strumento per la prevenzione delle violazioni, la difesa dei diritti umani e della giustizia e la mediazione pacifica dei conflitti.
Il percorso coinvolgerà un numero significativo di studenti in attività di informazione, dibattito e riflessione sull'esperienza vissuta negli anni 70 e 80 in America Latina (con particolare riferimento al Cile) nel campo
della difesa dei diritti umani e della lotta per il recupero della legalità democratica. Saranno coinvolte 12 scuole della provincia di Roma, 6 della città di Roma e le rimanenti nel territorio della Provincia.

METODOLOGIA
Per quanto riguarda gli aspetti metodologici, l'intervento proposto terrà conto delle esperienze realizzate proprio nei paesi dell'America Latina che hanno conosciuto lunghi periodi in cui i diritti umani sono stati sistematicamente violati2, dove fin dai primissimi anni dopo il ristabilimento della legalità democratica, è apparso chiaro che uno degli ambiti più importanti di intervento, al fine di evitare il ripetersi delle tristi situazioni appena superate, era proprio quello dell'educazione.3 Partendo dalle riflessioni avviate in questo ambito, ma tenendo conto anche di altre esperienze italiane ed europee4, si lavorerà con i seguenti criteri metodologici:
- i) utilizzare per quanto possibile mezzi audiovisivi in alternativa alle presentazioni “frontali”;
- ii) privilegiare le testimonianze dirette piuttosto che le lunghe analisi concettuali;
- iii) riscattare il valore pedagogico del gioco, dell'incontro e, soprattutto, del sentimento;
- iv) stimolare al massimo la partecipazione diretta degli studenti;
- v) impostare il trattamento del periodo storico delle dittature in America Latina non solo sul racconto delle mostruosità dei regimi militari, ma anche sulle tante luci di speranza accese da chi, anche pagando di persona, ha saputo opporre la sua voce a quella del potere criminale.

ORGANISMI / ATTORI COINVOLTI
-Insegnanti e studenti delle scuole della provincia di Roma
-La Casa della Memoria di Roma attraverso l’IRSIFAR (Istituto Romano per la Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza)
-Gli organismi cileni della Memoria e difesa dei Diritti umani (Coordinamento degli Organismi di Diritti Umani Casa della Memoria e Corporazione Parco della Pace Villa Grimaldi) – vedere attestazione di gradimento in allegato n. 2.

Si prevede di richiedere il patrocinio da parte dell’Ambasciata del Cile in Italia e da parte di Municipi romani e comuni della Provincia di Roma già impegnati sul tema dei diritti.

BENEFICIARI
-Gli insegnati di 12 scuole coinvolti e da preparare sul tema
-Gli studenti delle 12 scuole coinvolte
-24 studenti scelti e formati come promotori

ATTIVITÀ
Allo scopo di raggiungere gli obiettivi proposti, saranno realizzate le seguenti attività:

1.- Organizzazione di un evento iniziale di presentazione dell’iniziativa in corrispondenza con la visita in Italia della Presidente del Cile, Micelle Bachelet e con la partecipazione di un/una invitato/a dal Cile in rappresentanza dei partner cileni. Tale incontro sarà organizzato congiuntamente con la Provincia di Roma, e sarà aperto alla popolazione studentesca delle scuole superiori.
2.- Definizione di un percorso didattico attraverso almeno 4 incontri con gruppi di docenti di scuole superiori della Provincia di Roma, al fine di definire assieme a loro le modalità d'intervento con gli studenti;
3.- Contemporaneamente, attivazione di una rete virtuale di confronto per lo scambio di esperienze fra operatori italiani e latinoamericani, in particolare cileni, sulla didattica della Memoria e la promozione dei diritti umani e la giustizia nei settori giovanili.
4.- Raccolta di materiali audiovisivi (in gran parte già disponibili, ma spesso da adattare al pubblico italiano, anche, ma non solo in termini di traduzione);
2 Si pensi, sul piano pubblico, alla Segreteria dei Diritti Umani dell'Argentina, alla Segreteria Speciale per i Diritti Umani del Brasile, la Commissione Nazionale sul Carcere Politico e la Tortura in Cile, oppure, sul piano degli organismi non governativi, la SES argentina, la FASE brasiliana o, in Cile, il PIDEE, il Centro per i Diritti Umani dell'Università del Cile e la Corporazione Parco della Pace Villa Grimaldi
3 Amnesty International ha recentemente pubblicato un libro, “Educazione Informale – esperienze dal Sud del mondo e settori d'intervento”, 2007, che descrive le migliori esperienze accumulate nei paesi del Sud del mondo in questo campo.
4 Si pensi, per esempio, al programma del Consiglio d'Europa “Tutti diversi, tutti uguali”.
3
5.- Approntamento di un CD contenente alcuni testi fondamentali riguardanti i diritti umani, ma anche testimonianze storiche sulla lotta per la loro difesa in America Latina, da distribuire a docenti e studenti;
6.- Organizzazione di almeno 12 incontri in altrettante scuole superiori di Roma e Provincia, per presentare il programma definito assieme ai docenti, che prevedano la presentazione di materiali audiovisivi, musica dal vivo5 e la presentazione di testimonianze dirette di persone che hanno vissuto in prima persona l'esperienza della dittatura militare;
7.- Selezione e formazione nelle scuole di 24 giovani come promotori di diritti umani e giustizia
8.- Organizzazione di almeno 8 incontri con i giovani da formare come promotori
9.- Organizzazione di un evento finale, a cui saranno invitate 2 personalità dal Cile, che possano fornire testimonianze di vita vissuta che diano concretezza al racconto dell'oppressione e della lotta per il recupero della legalità democratica.6 Tale incontro sarà organizzato congiuntamente da Terra Nuova e dalla Provincia, e sarà aperto all'intera popolazione studentesca delle scuole superiori.
10.- Valutazione del progetto con lo scopo di fare dell’ esperienza una proposta sostenibile, permanente, da svolgere nelle scuole come sostegno al percorso educativo generale.

Informazioni
Terra Nuova, Centro per il volontariato - ONLUS
Via GranBretagna, 18 - 0019 6 Roma
Tel: 06-8070847 Fax: 06-80662557
e-mail:
info@terranuova.org
www.terranuova.org


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year
MOMA: cercasi nuovo look - Umberto Cesari lancia il concorso MyOwnMAsterpiece
Il ruolo delle società civili asiatiche nella ricostruzione e nella pacificazione

 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node