WALTER NIEDERMAYER 2005-2010
WALTER NIEDERMAYER 2005-2010
 27 marzo - 5 giugno 2011
Ex Ospedale Sant'Agostino, largo Porta Sant'Agostino 228, Modena
 
Walter Niedermayr, Shiraz Iran, 124, 2006, quadrittico. Courtesy l'artista
 
A distanza di anni dall'ultima personale in Italia, Fondazione Fotografia dedica a Walter Niedermayr (Bolzano 1952) una nuova esposizione allestita dal 27 marzo al 5 giugno 2011 negli spazi dell'ex Ospedale Sant'Agostino di Modena.
 
Cuore dell'allestimento di Quattro e concepita come una mostra nella mostra, la rassegna comprende oltre 20 opere fotografiche di grande formato e una selezione di video che riflettono gli esiti più recenti del lavoro dell'artista altoatesino, realizzate tra il 2005 e il 2010.
 
Nato e cresciuto a Bolzano, fin dai primi anni Ottanta Walter Niedermayr concentra la sua attenzione sul paesaggio alpino che, al pari di città, province e periferie, esplorate in quegli anni dagli altri autori dalla cosiddetta "scuola italiana di paesaggio", inizia a subire radicali e irreparabili trasformazioni. Dalla prima serie Alpine Landscapes (1987) fino ai più recenti video, tra i quali Alpine Sandkastenspiele (2008), l'artista osserva le conseguenze prodotte dall'avanzare del turismo di massa e dall'industrializzazione. Crinali striati dalle linee degli impianti turistici, candide distese di ghiaccio e neve invase da folle di sciatori, orizzonti interrotti dai frastagliati profili dei nuclei urbani di nuova costruzione: il paesaggio ritratto dall'artista altoatesino appare lontano da ogni rappresentazione estetica del sublime, documentando lo stato di un territorio dove evidenti sono i segni dell'intervento umano.
 
Al tempo stesso la ricerca di Niedermayr si concentra sulle problematiche legate all'atto stesso del fotografare e sui suoi limiti, che traduce in immagini dal forte impianto concettuale. L'artista crea polittici, combinazioni di fotografie affiancate tra loro che creano effetti di ripetizione, sdoppiamento e sovrapposizione, e rimandano a interrogativi sulla percezione della realtà. All'apparenza spettacolari, le opere sono sottoposte a un processo di riduzione che coinvolge colori e forme, creando un vuoto luminoso che inghiotte l'intera scena lasciando visibili solo gli elementi essenziali.
Il sottile equilibrio fra concreta evidenza e illusione della rappresentazione contraddistingue l'intera produzione di Niedermayr, dalle recenti fotografie della montagna a quelle che indagano la percezione dello spazio architettonico - raccolte nelle serie Raumfolgen (1991-2010) e Bildraum (2000-2010) - fino alle immagini realizzate in Iran tra il 2005 e il 2008. Questa serie, a cui è dedicata un'ampia sezione del percorso di mostra, si spinge ad indagare un territorio ricco di fascino, dove i resti delle antiche culture convivono con i tratti della modernità. Fissata attraverso lo sguardo dell'artista appare l'immagine di un Paese in trasformazione, che a partire dalla Rivoluzione islamica del 1979 ha assistito a un rapido sviluppo urbano, spesso influenzato dai modelli delle società occidentali. Attraverso la frammentazione e le giustapposizioni tipiche della sua produzione seriale, Niedermayr ricerca nel paesaggio le tracce della relazione tra passato e presente: cosa rimane nell'Iran di oggi di una cultura antica di oltre 5.000 anni?
 
La mostra, prodotta e distribuita dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, è accompagnata dalla pubblicazione di un volume monografico dell'artista, edito da Skira.
 

 Titolo mostra
 Walter Niedermayr 2005-2010

A cura di                
 Filippo Maggia
 
Promossa da
 Fondazione Fotografia
Fondazione Cassa di Risparmio di Modena    
 
Sede espositiva
 Ex Ospedale Sant'Agostino
Largo Porta Sant'Agostino 228, Modena
 
Periodo                 
 dal 27 marzo al 5 giugno 2011
 
 Conferenza stampa
 giovedì 24 marzo 2011, ore 11.30

Inaugurazione                
 sabato 26 marzo 2011, ore 18.30
 
Orario di apertura            
 dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19
ingresso gratuito

Catalogo
 Skira Editore, Milano 2011
edizione bilingue italiano/inglese
con testi di Filippo Maggia e Sigrid Hauser

 Ufficio Stampa
 Cecilia Lazzeretti, Leonid Izvestnov
tel. 059 239888 - fax 059 238966
ufficiostampa@fondazione-crmo.it

Informazioni
 c/o Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
Via Emilia Centro 283, Modena
Tel 059 239888 - Fax 059 238966
info@mostre.fondazione-crmo.it
www.mostre.fondazione-crmo.it

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node