MEMORIE D’INCIAMPO A ROMA - seconda edizione

MEMORIE D’INCIAMPO A ROMA

seconda edizione

 

Tornano in Italia gli Stolpersteine dell’artista tedesco Gunter Demnig

 

MEMORIE D’INCIAMPO A ROMA

 

a cura di Adachiara Zevi

 

mercoledì 12 e giovedì 13 gennaio 2011

 dalle ore 9.30 alle ore 19.00

 

A distanza di un anno, l’artista tedesco Gunter Demnig torna in Italia, per posizionare a Roma, il 12 e il 13 gennaio 2011,  54 Stolpersteine (pietre d’inciampo) in 5 MUNICIPI: I Municipio (Centro Storico); II Municipio (Flaminio, Parioli, Pinciano, Salario, Trieste); III Municipio (Castro Pretorio, Nomentano, Tiburtino), XI Municipio (Appio, Ostiense, Ardeatino); XVII Municipio, (Borgo, Prati, Balduina) per ricordare deportati razziali e politici.

La seconda edizione di Memorie d’inciampo a Roma è posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, e promossa da: ANED (Associazione Nazionale ex Deportati), ANEI (Associazione Nazionale ex Internati), CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea), Federazione delle Amicizie Ebraico Cristiane Italiane, Museo Storico della Liberazione, e organizzato da Incontri Internazionali d’Arte.

A cura di Adachiara Zevi, si avvale di un Comitato scientifico composto dagli storici Anna Maria Casavola, Annabella Gioia, Antonio Parisella, Liliana Picciotto, Micaela Procaccia e Michele Sarfatti.

L’idea di Demnig risale al 1993 quando l’artista è invitato a Colonia per un’installazione sulla deportazione di cittadini rom e sinti. All’obiezione di un’anziana signora secondo la quale a Colonia non avrebbero mai abitato rom, l’artista decide di dedicare tutto il suo lavoro successivo alla ricerca e alla testimonianza dell’esistenza di cittadini scomparsi a seguito delle persecuzioni naziste: ebrei, politici, militari, rom e omosessuali.

I primi Stolpersteine risalgono al 1995, a Colonia; da allora ne sono stati installati più di 22.000 in Germania, Austria, Ungheria, Ucraina, Cecoslovacchia, Polonia, Paesi Bassi.

L’artista sceglie il marciapiede prospiciente la casa in cui hanno vissuto uno o più deportati e vi installa altrettante “pietre d’inciampo”, sampietrini del tipo comune e di dimensioni standard (cm. 10x10). Li distingue solo la superficie superiore, a livello stradale, poiché di ottone lucente.  Su di essa sono incisi: nome e cognome del deportato, anno di nascita, data e luogo di deportazione e, quando nota, data di morte.

L’inciampo non è fisico ma visivo e mentale, costringe chi passa a interrogarsi su quella diversità e agli attuali abitanti della casa a ricordare quanto accaduto in quel luogo e a quella data, intrecciando continuamente il passato e il presente, la memoria e l’attualità.

Gli Stolpersteine sono un segno concreto e tangibile, ma discreto e antimonumentale, che diviene parte della città,  a conferma che la memoria non può risolversi in un appuntamento occasionale e celebrativo, ma costituire parte integrante della vita quotidiana.

Gli Stolpersteine sono finanziati da chi li richiede; il costo di ognuno è di 100 euro.

Come per la scorsa edizione, dopo l’installazione delle pietre, il progetto proseguirà con lo “sportello” aperto da Stefano Gambari presso la Casa della Memoria e della Storia, cui potranno rivolgersi quanti intendono ricordare familiari o amici deportati attraverso la collocazione di un Stolpersteine davanti alla loro abitazione. L’obiettivo è la costruzione di una grande mappa urbana della memoria.

All’iniziativa è affiancato un progetto didattico: ogni Municipio, coadiuvato dal Progetto Memoria della Fondazione CDEC e dal Centro di Cultura Ebraica della Comunità Ebraica  di Roma, dalla FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti) – Sezione Roma e Regione Lazio, dall’Irsifar (Istituto Romano per la Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza), dalla sezione didattica del Museo Storico della Liberazione di Via Tasso, sceglie alcune scuole affidando loro la ricerca storica sui deportati alla cui memoria sono dedicati i sampietrini di quel Municipio.

 

Memorie d’inciampo a Roma è documentato nel sito: www.memoriedinciampo.it


UFFICIO STAMPA: 

Novella Mirri e Maria Bonmassar Tel. 06-32652596; ufficiostampa@novellamirri.it


SCHEDA INFORMATIVA

 

PROGETTO:                                Memorie d’inciampo a Roma

 

ARTISTA:                                     Gunter Demnig

 

CURATORE:                                Adachiara Zevi

 

PRESENTAZIONE STAMPA:      martedì 11 gennaio 2011, ore 11.00

           Casa della Memoria e della Storia

           Roma, via San Francesco di Sales 5

           Interventi: Paola Corcos, Stefano Gambari,

Alessandro Portelli, Bruno Tobia, Adachiara Zevi

Modera: Annabella Gioia

 

INSTALLAZIONI:                         12 - 13 gennaio  2011

 

INAUGURAZIONE:                      mercoledì 12 gennaio 2011, ore 12.30

                                                     Roma, lungotevere Sanzio 2

 

SOTTO L’ALTO PATRONATO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 

 

PROMOTORI:                              ANED (Associazione Nazionale ex Deportati)

ANEI (Associazione Nazionale ex Internati)

CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea)

Federazione delle Amicizie Ebraico Cristiane Italiane Museo Storico della Liberazione

 

PATROCINI:                                 Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

Comunità Ebraica di Roma


CON IL SOSTEGNO DI:              I Municipio, II Municipio, III Municipio, XI Municipio,

XVII Municipio

 

COMITATO SCIENTIFICO:         Anna Maria Casavola, Annabella Gioia, Antonio

                                          Parisella, Liliana Picciotto, Micaela Procaccia e  

                                          Michele Sarfatti.

 

COORDINAMENTO SCIENTIFICO:

 Sandra Terracina, Elisa Guida

 

PROGETTO DIDATTICO:            Annabella Gioia, Sandra Terracina

 

SPORTELLO:                              Stefano Gambari

 casadellamemoria@bibliotechediroma.it

 

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA:

 Osservatorio della Fotografia della Provincia di Roma

 

ORGANIZZAZIONE e COORDINAMENTO: 

Incontri Internazionali d’Arte

 Tel. 06-68804009

 

UFFICIO STAMPA:                      Novella Mirri e Maria Bonmassar

Tel. 06-32652596; ufficiostampa@novellamirri.it

 


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node