UN TEATRO TUTTO PER ME 2010 - la domenica a teatro dedicata ai bambini

UN TEATRO TUTTO PER ME 2010

la domenica a teatro dedicata ai bambini

 

 

Domenica 24 ottobre ore 11.30

Thalassia

STORIA D’AMORE E ALBERI

liberamente ispirato a “l’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono

di Francesco Niccolini

con Luigi D’Elia

 scene Luigi D’Elia con l’amichevole collaborazione di Enzo Toma

 

Un piccolo uomo dal passo da pinguino entra in sala con una valigia, si aggira nello spazio, un po' confuso, emozionato e soprattutto sporco. Inizia a raccontare della sua vita di angelo, chiamato  da Dio alla sua ardua missione; di  nuvole perdute, cieli e montagne, ma soprattutto racconta la storia del solitario pastore Elzeard Bouffier che per amore (o forse per cercare la felicità) comincia a piantare querce in una terra desolata, aspra e inospitale. Racconta di come lentamente e quasi per incanto il mondo intorno a lui inizia a cambiare, come in una lenta e silenziosa rivoluzione; perchè basta solo un poco d'amore, di generosità, di cura e attenzione per tutto quello che ci sta intorno, per fare in modo che il mondo possa diventare anche se di poco migliore.

Una narrazione piccola piccola ma di straordinaria poesia, con oggetti, piccoli segni e una grande partecipazione del pubblico. Un piccolo gioiello narrativo in difesa della natura e dell'impegno civile, un messaggio d'amore per l'albero e il suo valore universale.

 

 

Domenica 31 ottobre ore 11.30

Oltre la Scena

IL MAGO GIRO’ E QUALCOSA CAMBIO’

Una storia magica liberamente tratta dalle favole di Gianni Rodari

da I. Raponi, G. Marini e A.Cifri

con Guido Marini e Isabella Raponi (I DisGuido)

regia di Alvaro Cifri

 

Mago Girò è disperato. Da parecchio tempo non ha più clienti, ed è convinto che ci sia in circolazione un mago più bravo di lui. Il viaggio alla ricerca di questo mago lo porterà alla scoperta dell’elettricità, del telefono, della televisione, di tutte quelle cose che fanno parte del nostro quotidiano ma che sono invece un’assoluta novità agli occhi del Mago Girò. Competere con questi “nuovi maghi”, come li chiama lui, è davvero difficile.

Grazie all’aiuto di Apollonia, Mago Girò ritroverà la felicità e  tutti i bambini tra sogno e realtà nel suo magico mondo.

Uno spettacolo colorato e comico, a volte poetico, certamente magico, con un finale inaspettato e sorprendente!

Una storia magica, liberamente adattata e tratta dalle favole di Gianni Rodari: “Mago Girò”, “A inventare i numeri”, “Storia del regno di Mangionia”, “La caramella istruttiva”…

 

 

Domenica 7 novembre ore 11.30

Teatro del Piccione

ROSASPINA...una bella addormentata
di Simona Gambaro

con Simona Gambaro e Massimiliano Caretta

regia di Antonio Tancredi

 

E nacque una bambina e fu chiamata Rosaspina. Sette fate furono chiamate alla festa e portarono per la bimba i doni più desiderabili: bellezza, intelligenza, virtù...E l'ottava fata? perché non fu invitata? Al suo arrivo il cielo si fece buio ed ella pronunciò parole che nessuno voleva sentire: la bambina si pungerà un dito e si addormenterà.

Così ogni cosa rivela luce ed ombra, la propria vitale imperfezione. E mentre Rosaspina va incontro al suo destino per diventare grande, un re e una regina imparano ciò che nessun sonno può sciogliere, nessuna spina può far dimenticare, e lasciano una figlia per non lasciarla mai più.

Una versione dolce e visionaria della Bella Addormentata, dedicata a grandi e piccoli, insieme. Per parlare con la profondità e la leggerezza della fiaba, per ridere di piccole cose e dar voce a grandi domande, e poi sorprendere e poi lasciarsi cadere e poi dire la rabbia e la paura e tutto l'amore, e farsi minimi e poi esagerare, divertirsi questo sì, e alla fine mettere ordine, quello esatto del cuore. 

Spettacolo vincitore del FIT/Festival internazionale di teatro sezione Teatro Ragazzi – Lugano 2009

Per l’originalità della reinterpretazione della fiaba classica, per la bravura degli attori, per la bellezza della scenografia e delle ambientazioni, e per la forte carica poetica delle immagini evocate.

 

 

Domenica 14 novembre ore 11.30

Latoparlato

L’ALBERO

di Claudio Milani

con Claudio Milani e Elena Gaffuri

 

Con gli alberi... e con tutte le altre cose che vivono,bisogna passare il più bel tempo possibile”.

I giorni hanno l'alba e il tramonto. Le settimane vanno da lunedì a domenica. Gli anni passano seguendo il ritmo delle stagioni. Anche le vite finiscono. E anche le storie che si raccontano.

In questa storia ci sono: un Re, una Principessa in età da marito e un Principe Nero. Ma soprattutto ci sono: un giovane servo che si chiama Carlo, il suo Albero Magico.. e la Morte. In un arco temporale che dalla primavera arriva all'inverno, il servo Carlo, per dichiarare il suo amore alla Principessa, dovrà affrontare diverse avventure…

Il grande Albero, accompagnerà i bambini nella comprensione del tema dell’inizio e la fine di ogni ciclo, esperienza, vita; dimostrando, con l'alternarsi di eventi e stagioni, che il tempo passa.

 

 

Domenica 21 novembre ore 11.30 e Domenica 28 novembre ore 11.30

Ecf Teatro

LA PRINCIPESSA E IL RANOCCHIO

scritto e diretto da Daniela Remiddi e Arianna De Giorgi

 

Torna la classica fiaba dei fratelli Grimm della Principessa viziata e dispettosa che non mantiene la promesse fatte. La nostra protagonista tra avventure e incontri con personaggi strani e divertenti imparerà a non disprezzare chi aiuta nel momento del bisogno e che spesso l’apparenza inganna: il brutto ranocchio non è altro che un principe tramutato da un incantesimo malvagio.

Nella nostra versione piena di canzoni e balli stravaganti, la fiaba comunica anche che la forza del sentimento e il rispetto per l’altro devono guidarci in ogni momento della vita, perché la diversità deve essere considerata come dimensione della persona e non come elemento di emarginazione. Particolare attenzione è inoltre rivolta alla rappresentazione della figura del Ranocchio che ci permette di parlare del mondo animale stimolandone il rispetto e la convivenza. Attori, maschere e lussuosi costumi ci trasportano in una dimensione fantastica e fantasiosa con un allestimento ricco di colpi di scena e poesia.

 

 

Sabato 4 dicembre ore 11.30

Alkaest

THE ELVES AND THE SHOEMAKERS

Story telling in lingua inglese

liberamente tratto dai Fratelli Grimm

di e con Sarah Simpson

 

Il povero calzolaio é disperato. Ha solo un pezzo di cuoio. Come possono auitarlo due piccoli elfi?

Uno story telling di Natale con le canzone inglesi tradizionali, rime, pupazzi e l’attiva partecipazione dei bambini.

 

 

Domenica 5 dicembre ore 11.30

ExTrapola

BESTIOLINI

di e con Gek Tessaro

 

“Mi è capitato spesso di vedere dei bambini inginocchiati in cerchio osservare una qualche bestiolina. Eccitati, indicarsela l’un l’altro e impedirle ogni via di fuga. Mi è capitato altrettanto spesso di vedere mamme che, probabilmente vincendo una loro legittima ripugnanza, decidevano di intervenire in difesa del più piccolo, dell’insetto. Le ho sentite spiegare con dolcezza: - Ecco, adesso questo ragnetto lo riportiamo in giardino dalla sua mamma che certamente lo starà cercando”.

Dall’omonimo libro edito da Panini prendono vita storie di insetti e di altri piccoli abitanti del prato, con una narrazione allegra e giocosa, tenera talvolta, semplice tanto da essere adatta ad un pubblico anche di piccolissimi, ma ricca al contempo di spunti di riflessione su temi molto impegnativi: insegnare a non far del male, il rispetto dei più piccoli.

 

 

Mercoledi 8 dicembre ore 11.30

Ecf Teatro

FAVOLA IN MUSICA. “Pierino e il lupo” 

di Prokof’ev

con Jason Goodman, Rossana Colace, Salvo Lombardo, Veronica Milaneschi, Alessia Sorbello 

adattamento e regia di Daniela Remiddi e Arianna De Giorgi

 

Quattro strani e buffi personaggi, i “Magik”, presentano al pubblico la celebre fiaba tradizionale russa di Pierino e il Lupo messa in musica da Prokof’ev. L’impavido Pierino e i suoi amici animali ci coinvolgono in un’avventura entusiasmante che ci insegna che con il coraggio e l’ingegno si possono affrontare le difficoltà, ma che solo con la comprensione e il rispetto è possibile convivere con il “nemico”.

In questa opera ogni personaggio è rappresentato da uno strumento musicale e ogni volta che un personaggio è in scena e agisce, il corrispondente strumento musicale suona. Il pubblico è coinvolto e chiamato ad intervenire per imparare a riconoscere gli strumenti ed i loro “segni particolari”, per poi poter comprendere la storia (che ha un finale a sorpresa) godendo appieno della bellissima musica di Prokof’ev. Gli attori animano grandi pupazzi a vista mostrando il “gioco” del teatro.

 

 

Domenica 12 dicembre ore 11.30

La Piccionaia – I Carrara

STORIA DI UNA GABBIANELLA E DEL GATTO CHE LE INSEGNÒ A VOLARE
dall’omonimo racconto di Luis Sepùlveda

drammaturgia di Carlo Presotto e Titino Carrara

con Carlo Presotto, Giorgia Antonelli, Matteo Balbo

regia di Titino Carrara


Liberamente tratta dal celebre racconto di Luis Sepùlveda, questa messinscena ne rievoca l’atmosfera, affrontando con la stessa levità, la stessa ironia i temi cari allo scrittore cileno. Sul palcoscenico si snoda l’avventura di personaggi ormai familiari: la gabbiana Kengah, il burbero Zorba, il saccente Diderot, e poi Fortunata, il dispettoso Mattia e i perfidi topi. A tratti, però, l’io narrante diviene l’occhio di una telecamera a circuito chiuso, che giocando con piccoli oggetti comuni, inventa personaggi e situazioni su un grande schermo che campeggia, sghembo, sul fondo della scena. La televisione si fa elemento attivo della storia, grazie all’abilità degli interpreti, che con questa interagiscono; si modifica il rapporto con il reale e si perde la coincidenza tra l’essere e l’apparire, a sottolineare che ogni cosa può essere “diversa”. A saperli ben guardare, una penna d’oca può diventare un gabbiano, una goccia d’inchiostro un mare di petrolio, un gomitolo di lana un gatto curioso…

Uno spettacolo che descrive in maniera poetica ai bambini il rapporto tra animale e uomo e tra gli animali stessi, il valore dell’amicizia nella diversità, della solidarietà, del rispetto dell’ambiente

 

 

Domenica 19 dicembre ore 11.30

Teatro del Canguro

PETER PAN

di Lino Terra e Renato Patarca

con Umberto rozzi,Mauro Vitali, Natascia Zanni

regia Lino Terra

 

C'è una stanza: quella di Wendy e degli altri bambini dove a volte c'è anche una mamma che racconta storie. Lì tutto è caldo, protetto, rassicurante...forse un po’ monotono. Di fuori al contrario c'è il mondo di Peter: senza obblighi, senza regole pesanti, pieno di cose e di esseri strani e suggestivi, tutti inafferrabili ed inconsistenti, perchè forse la fantasia e l'infanzia sono proprio così. C'è il paese di Peter e degli altri "bambini perduti": un paese che esiste solo perchè lo si vuole raccontare e pechè si ha voglia di vederlo. Un paese che, al contrario di quanto si potrebbe pensare, non è poi così "ampio ed esteso, con seccanti distanze tra un'avventura e l'altra". C'è infine una finestra dove Peter vola per "predare" storie, così come fanno le rondini che, a tale scopo, nidificano sui cornicioni delle case. Una finestra attraverso la quale entrano ed escono: fate, bambini, sorrisi strappati, baci non dati, occhi sgranati, voglie, paure, sogni, speranze, e tutti quei pensieri, così leggeri, che ti sollevano dolcemente nell'aria e ti fanno volare.

 


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Rassegna Internazionale di Musica Organistica “Itinerari musicali alla scoperta dei suoni antichi”
Passaggi per il bosco OFF – estate 2011
Scatti on the road tra New York, Parigi e Mosca
"Note fantasiose”
Alessandra Pascali 4et - Un viaggio sonoro tra jazz tradizionale e musica popolare italiana
Yoga Kundalini su: “Il pensiero di Yogi Bhajan, il Maestro della nuova Era”
MUSICULTURA 2011 - XXII Edizione

 
RELAZIONI UOMO/DONNA CONOSCERSI PER AMARSI
Corso di ACROBATICA per eliminare la... PAURA
7° Concorso Musicale Nazionale Premio "Musica Italia"
BliTzLaB #2: Workshop di danza e movimento sinergetico
concorso Wildlife Photographer of the Year

 
 
24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
24 02 2012 Donne e sport
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF

  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node