01 09 2007
Bazar e Aidos insieme per le donne adolescenti nei paesi in via di sviluppo: come partecipare alla loro crescita economica, personale e culturale?
 
 


Sostieni la campagna


MUCH MORE. LE ADOLESCENTI DAI MARGINI AL CENTRO

 
Costrette ad abbandonare la scuola, mogli e madri per forza, povere, ad alto rischio di Hiv/Aids, esposte a violenze e prostituzione coatta: è il destino di tantissime adolescenti in Africa, Asia e America Latina. Per loro si può e si deve fare much more, molto di più. Perché much more, molto di più possano partecipare allo sviluppo delle loro comunità e dei loro paesi.

“Much more” è la nuova campagna di AIDOS, Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo, in collaborazione con il movimento culturale Bazar, per riportare le adolescenti dai margini al centro dello sviluppo

 

Drop out è l’espressione inglese ormai usata anche in Italia che indica chi è “caduto fuori” da un determinato percorso, quale quello scolastico. In numerosi paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina, le adolescenti tra i 10 e 18 anni, sono “cadute fuori” dall’adolescenza medesima.

Scomparse dalle statistiche che fotografano la condizione giovanile perché già mogli e madri, difficili da raggiungere perché non frequentano la scuola, né altri luoghi di aggregazione giovanile, solo sporadicamente si affacciano alle strutture sanitarie: tali adolescenti finiscono per vivere ai margini della loro società, dimenticate anche dai programmi di formazione e sostegno destinati ai giovani.

Gran parte di tali programmi, ad esempio nei settori della salute, partecipazione civica, informazione, formazione professionale, prevenzione dell’Hiv e cura dell’Aids, presuppone che le adolescenti vivano con i propri genitori e frequentino le scuole o altri luoghi di aggregazione. Mentre centinaia di migliaia sono socialmente emarginate, vivono sole affrontando giorno per giorno problemi da adulte, hanno abbandonato la scuola, sono già sposate e madri oppure lavorano come domestiche nel chiuso delle case. Inoltre a volte tali programmi intervengono troppo tardi, quando le decisioni che “cambiano la vita” sono già state prese, e senza considerare che per modificare la condizione e il percorso di vita delle adolescenti occorre intervenire anche sul contesto sociale e familiare, sugli stereotipi di genere, sui modelli di ruolo maschili e femminili in senso più ampio.

Nei propri Centri per la salute sessuale e riproduttiva realizzati in diversi paesi in via di sviluppo AIDOS ha avviato servizi di informazione, educazione e counselling per le/gli adolescenti, di gruppo e individuali, che prendono in considerazione i vari aspetti della transizione verso l’età adulta, con particolare attenzione alla costruzione dell’identità di genere, alla sessualità, alla salute. Tali servizi cercano di raggiungere anche le categorie più “invisibili”, tra queste proprio le cosiddette “adolescenti ai margini”, con incontri e prestazioni a domicilio finalizzati a costruire un percorso di fiducia verso la struttura.

È da questa esperienza che nasce la campagna “Much more. Le adolescenti dai margini al centro”, promossa da AIDOS grazie al sostegno della Fondazione Summit e lanciata da Bazar. Mirando:

+ ad aumentare le risorse per progetti e programmi di sviluppo destinati specificamente alle “adolescenti ai margini”:

+ a promuovere l’inclusione delle “adolescenti ai margini” nei programmi e progetti di sviluppo in generale, attraverso la sensibilizzazione degli operatori del settore e degli studenti di materie connesse con la cooperazione allo sviluppo

+ a diffondere un’informazione più attenta sul tema

L’esperienza di AIDOS insegna che includere effettivamente le “adolescenti ai margini” tra i beneficiari dei diversi programmi di sviluppo, significa trasformare concretamente la loro vita. Questo vale per i settori più vari: dalla salute infantile alla salute sessuale e riproduttiva, dalla prevenzione dell’abbandono scolastico alla partecipazione civica, dagli interventi di educazione informale alla formazione professionale, dai diritti umani, con particolare attenzione alla prevenzione dei matrimoni precoci e forzati, alla prevenzione e cura dell’Hiv/Aids. Senza dimenticare che a volte occorrono soluzioni “su misura”, approcci originali, un’attenzione a dimensioni solitamente non prese in considerazione e un lavoro in profondità che coinvolga la comunità tutta, perché davvero si possano raggiungere le “adolescenti ai margini”.

ll progetto utilizza una metodologia che combina ricerca, produzione e diffusione di materiali informativi realizzati in collaborazione con il movimento culturale Bazar formato da giovani studenti della facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma, sensibilizzazione e monitoraggio.

Scopo ultimo della campagna è contribuire alla costruzione di un ambiente in cui la transizione all’età adulta per le adolescenti e ragazze dei paesi poveri possa avvenire in condizioni di sicurezza, riducendo i rischi di abbandono forzato della scuola, matrimoni e gravidanze precoci e non volute, contagio da Hiv e altre malattie a trasmissione sessuale.

Affinché possano avere davvero “Much more” dalla loro vita, e dare “Much more” alle proprie comunità.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 

24 02 2012 CLICK, SI GIRA.
Inchiesta a cura di A cura di: Giuseppe Cassarà, Benedetta Giangrande, Giulia Bellalbero, Cristina Gessica Gaudino, Chiara Ragosta continua..
 
24 02 2012 E LA LETTERATURA?
Inchiesta a cura di Benedetta Pecorilla, Francesca Zupi, Stefano Intreccialagli, Giulia Bellalbero continua..
 
24 02 2012 L’escapismo nella società del web 2.0
Inchiesta a cura di Roberto Cialfi, Luca Raffaele, Marinella Stanca, Camilla Bistolfi, Francesco Bongiorno, Federico Solfrini, Edoardo Bolognese continua..
 
24 02 2012 Donne e sport
Inchiesta a cura di Sophia Ricci, Greta Bongrazio, Ester Vinciguerra continua..
 
01 02 2012 IL CINEMA AI TEMPI DELLO SWITCH OFF
“DITE ADDIO ALLA PIZZA”. A parlare è il cinema, che con l’anno nuovo ha raggiunto quota 50% di sale digitali. Il sorpasso segna l’abbandono della pellicola e delle “pizze”, quelle bobine di 35mm che pesano quanto un italiano medio al ritorno dalle feste. E mentre il vecchio proiettore è in fase terminale (in gergo switch-off), lo spettatore non sa nemmeno di passare al nuovo digitale (switch-on). Ma d’altronde un cambiamento che avviene alle nostre spalle (il proiettore lì sta!) non sempre si fa riconoscere. Eppure la guerra fredda del cinema sta per esplodere. Il 2011 è stato l’anno della corsa agli armamenti, ora il muro che separava il cinema dai video e da internet si sta assottigliando. Distributori, produttori, registi, indipendenti sono pronti a schierarsi lungo una sottile linea rossa, i grandi per salvare i diritti, i piccoli per salvare la pelle. Il nemico è alle porte e Lassie ancora non è ancora tornata a casa. Il cinema di nicchia, indipendente e giovane spera in un futuro roseo, armato di produzioni a basso costo, economia di coda lunga e digitale. Ha fatto a se stesso tante promesse. Anzi otto buoni propositi per sopravvivere all’inverno. E il letargo non è un’opzione. continua..
 
28 07 2011 Eugenia Romanelli presenta "Vie di fuga"
Eugenia Romanelli presenta "Vie di fuga" insieme all'artista Paola Turci, il presidente dell'Ansa Giulio Anselmi, la giornalista di Repubblica Rory Cappelli, l'assessore alle politiche culturali della Provincia di Roma Cecilia D'Elia e la star di Facebook Bianchino Bianchini. continua..
 
20 07 2011 VIE DI FUGA - Inizia la corsa al sold-out per il gatto 2.0
Il romanzo che non esiste impazza sul web. continua..
 
15 07 2011 VIE DI FUGA
SE HAI SEGUITO IL GATTO BIANCO, GUARDA IL TRAILER E PRENOTA IL LIBRO! continua..
 
14 07 2011 Segui il gatto bianco!
Segui su Facebook Bianchino Bianchini! continua..
 
01 07 2011 BALLA CON NOI”, IL PRIMO DANCE-MOVIE ITALIANO
Star mainstream e ballerini della strada sulle note di BALLA CON NOI, il primo dance-movie italiano. continua..
 
12 06 2011 Terre di mezzo
Multi-ground: un workshop alla scoperta dell’io continua..
 
01 06 2011 Smartime diventa un mensile on line!
E' on line il primo numero di Smartime e-zine, giornale mensile digitale di intrattenimento e cultura critica a cura di Eugenia Romanelli: continua..
 
08 05 2011 Insieme, verso il futuro sostenibile
"1X100": l'associazione Pamoja Onlus lancia la prima campagna volontaria per la mobilità sostenibile. continua..
 
22 04 2011 VeganFest Expò: il festival dall’etica cruelty free
A Camaiore, il festival del mondo Ecologico e del Vegan continua..
 
25 03 2011 È Benessere: la Wellness Farm sanremese
Sanremo. Il Palafiori di via Garibaldi ospita "è Benessere", la fiera interattiva che allevia lo stress. continua..
 
 
01 06 2008 Università La Sapienza- Roma
Modulazioni
18 04 2008 Musica dal vivo a Roma
Supertrigger
11 04 2008 Teens in Arts & Edutaiment 2
Tg Events
11 04 2008 Teens in Arts & Edutaiment 1
Tg Events
17 04 2008 Bazar propone l'arte e la musica come forma di comunicazione
Informazione
20 04 2008 Fra gli altri appuntamenti....
Il Messaggero
18 04 2008 Musica- Roma
Left
20 04 2008 Fra gli altri appuntamenti....
Il Messaggero
26 03 2008 Alessandro Mancuso
romac'e'
30 03 2008 Teens in arts
La Repubblica
  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node