“Il giro del mondo in 7 ristoranti”

23° edizione della storica rassegna trevigiana CocoRadicchio

“Il giro del mondo in 7 ristoranti”

La versatilità del  Radicchio Rosso di Treviso I.G.P. si sposa con le spezie provenienti da tutto il mondo.

Ed inoltre continua l’abbinamento con l’arte de 45° parallelo.


Sarà un giro del mondo alla scoperta delle spezie, dei colori e dei sapori quello proposto dai 7 ristoranti dell’Associazione CocoFungo/CocoRadicchio per la 23° edizione /della storica rassegna enogastronomica trevigiana dedicata al Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP.

Quest’anno i ristoranti  Miron, Gigetto, Alla Torre, Terme, Barbesin, Celeste e Der Katzlmacher di Monaco di Baviera, stupiranno i propri ospiti inserendo nel menu, accanto alla rinomata cicoria trevigiana, un piatto a sorpresa che contenga una particolare spezia proveniente da un paese lontano o vicino. A chi interverrà il divertimento nel riconoscerla.

E così il 4 febbraio, al ristorante da Miron di Nervesa della Battaglia, Enrica si cimenterà con una ricetta contenente il pepe lungo, un ingrediente molto raro nella cucina europea  ma comune nella tradizionale cucina indonesiana, ottimo con pesce crudo ed originale in abbinamento a creme, dolci al cioccolato, lamponi, fragoline, arance e macedonie.

Mentre il 10 febbraio con Giorgio de Der Katzlmacher a Monaco di Baviera, voleremo in Venezuela assaporando le fave di tonka, la cui mandorla interna grattugiata sprigiona un caratteristico odore erbaceo di fienovaniglia, spesso esaltato dalla macerazione nel rum per 2-3 giorni, ma per lo più aggiunto alla preparazione di creme dolci e salse.

Spetta a Marco Bortolin di Gigetto a Miane, il 18 febbraio, far assaporare un po’ di Andalusia(Spagna) mediante una delle sue spezie con più alta concentrazione di vitamina C, il coriandolo, che, oltre a contribuire al rafforzamento del sistema immunitario, è ideale per le marinate, i frutti di mare, ma anche nei dessert, o cosparso sull’ananas fresco. 

Cardamomo, invece, per la famiglia Artuso de Alla Torre a San Zenone degli Ezzelini, che il 25 febbraio ci porterà in Vietnam, dove, sciolta o macinata, questa spezia insaporisce salsicce, piatti esotici, ma è anche utilizzata per il confezionamento di salumi e la preparazione di alcune ricette di pasticceria.

Antonio Palazzi del Rist. Hotel Terme di Vittorio Veneto, ha invece scelto per la propria  serata del 28 febbraio lo Zenzero, originario dell’Isola di Ceylon (India). Piantata e coltivata da circa 3.000 anni, rinomata nel Medioeveo per il potere afrodisiaco,  questa spezia,  di facile digeribilità,  stimola  l’appetito grazie al suo gusto fresco arricchito da una nota piccante.

 

Curcuma è l’ingrediente segreto scelto da Mirko e Luca del Rist. Barbesin di Castelfranco Veneto per il 4 marzo. Una spezia antica, considerata in Cina un rimedio tradizionale a vari malanni, già presente in alcuni scritti risalenti a oltre 2000 anni fa e decantata dallo stesso Marco Polo nel 13° secolo, ben si abbina a zuppe, polpettine di miglio, zucchine, pollo, legumi e gamberetti.

 

La rassegna termina l’8 marzo al ristorante da Celeste di Venegazzù, dove l’ingrediente principe, oltre al Radicchio Rosso di Treviso, sarà il pepe rosa, apprezzato per l'essenza odorosa che ricorda il Cile(paese d’origine), e per il sapore aromatico e delicato che ben si sposa con pesce e carni bianche.

CocoRadicchio proseguirà inoltre sulla scia tematica della precedente edizione(Cocofungo 2010), che aveva celebrato il sodalizio tra gusto e arte, piacere del palato e della vista. Colori e sapori, posate e pennelli si mescoleranno in una nuova originale miscela in cui giovani artisti emergenti della provincia di Treviso, protagonisti di Gustarte, parentesi culturale ideata dall’architetto Maria Grazia Lizza e promossa dall’Associazione 45°parallelo, parteciperanno a ciascuna serata creando un’opera d’arte ispirata alla spezia prescelta e al radicchio.

La rassegna, fortemente voluta dal Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana, Provincia di Treviso e Unascom, è divenuta ormai un punto di riferimento per gli amanti dei “fiori che si mangiano”, nonché occasione d’incontro in cui scoprire le migliori ricette della tradizione e le ultime creative e affascinanti novità.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node