Mei – Meeting degli Indipendenti e Amnesty International presentano Mandara, Roberto Durkovic e l’Orchestra Multietnica di Arezzo vincono il Premio Suoni di Confine 2010

Faenza, 11 ottobre 2010

COMUNICATO STAMPA MUSICA

Con preghiera di diffusione e pubblicazione

Mei – Meeting degli Indipendenti e Amnesty International presentano

Mandara, Roberto Durkovic e l’Orchestra Multietnica di Arezzo vincono il Premio Suoni di Confine 2010 

I premi saranno assegnati venerdì 26 novembre al Palazzo delle Esposizioni di Faenza in occasione dell’inaugurazione di Terra di Musiche, l’area folk, jazz e d’autore del Mei 2010

Nato nel 2008 per valorizzare l'incontro nel nostro paese tra musiche provenienti da diversi paesi nel mondo ma realizzate e prodotte in Italia, anche quest'anno al Mei - Meeting degli Indipendenti, che si terrà dal 26 al 28 novembre a Faenza per la sua quattordicesima edizione, grazie al patrocinio e alla collaborazione di Amnesty International, verrà assegnato il "Premio Suoni di Confine", che prevede un riconoscimento ai migliori progetti di musica multietnica prodotti in Italia da ottobre 2009 ad ottobre 2010, evidenziando l'attenzione della musica nei confronti di importanti temi sociali come l'uguaglianza, il rispetto delle diversità e l'attenzione per i diritti umani.

Il Premio Suoni di Confine 2010 va a Mandara, che con l’omonimo album rappresenta a pieno l’incontro/scontro odierno di culture. Il percussionista Gennaro De Rosa, con il suo progetto, realizza un benefico melting-pot di culture e linguaggi mescolando l’arabo col tedesco, l’inglese col bengali, nel segno di una world music da terzo millennio.

Il Premio menzione speciale Amnesty va al progetto “Strade Aperte” di Roberto Durkovic e i Fantasisti del Metrò perché rende omaggio alla ricchezza e alla bellezza della musica rom, dimostrando come le culture, in assenza di pregiudizi possono coesistere e nutrirsi a vicenda.

Il premio per l'attività live di Suoni di confine verrà consegnato all'Orchestra Multietnica di Arezzo: Enrico Fink e il suo ensemble, sia nella formazione originale che attraverso le collaborazioni (tra le quali ricordiamo quelle con Cisco e Raiz), ha saputo proporre in concerto, con ottimi risultati, un intreccio di radici musicali e culture differenti, creando una sinergia tra tradizione, memoria e rinnovamento che abbatte barriere e confini e illustrando l'arricchimento reciproco che è possibile ottenere attraverso le differenze. L’Orchestra Multietnica di Arezzo si esibirà Sabato 28 novembre al Teatro di Masini di Faenza durante L’Italia dei Mille Colori, una serata speciale con orchestre multietniche e figli di immigrati in Italia che daranno vita a nuovi suoni e culture italiane insieme all’evento speciale di Pirèta e é Lòpp con Ivano Marescotti, la favola raccontata in chiave romagnola di Pierino e il Lupo di Sergej Sergeevic Prokofiev.

La giuria, che ha assegnato tali riconoscimenti e coordinata dal musicista e operatore culturale Marco Ambrosi, è composta da Patrizia Vita di Amnesty International, Giordano Sangiorgi del MEI, i giornalisti del Mucchio Selvaggio Alessandro Besselva Averame e Gianluca Veltri, Carlo Testini dell’Arci e Carla Martelli di Glitter & Soul.

I premi saranno assegnati venerdì 26 novembre alle 18 al Palazzo delle Esposizioni di Faenza in occasione dell’inaugurazione di Terra di Musiche al Mei 2010 che vedrà esibirsi durante la premiazione i Mandara e Roberto Durkovich, mentre l’Orchestra Multietnica di Arezzo sarà ospite alla Notte Bianca del Mei al Teatro Masini di Faenza sabato 27 novembre dalle ore 21.

Per info:
0546/24647
 
 
 Ufficio stampa Lunatik 
 035 4421177 

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node