Bologna - dal 7 al 12 luglio - festival "Cuore di Berlino"
In occasione del ventennale della caduta del Muro: da Fassbinder ai Tarwater passando per i CCCP...

Musica elettronica, cinema, letture e birra… dal “Cuore di Berlino”
animano le serate estive del Parco dei Pini

In occasione del ventennale della caduta del Muro:
da Fassbinder ai Tarwater passando per i CCCP

Teatri di Vita, Bologna, 7-12 luglio 2009

Da Kreuzberg ad Alexanderplatz, il Muro che taglia la città e la memoria della guerra, gli scontri di piazza e le pratiche alternative, il sogno della riunificazione e la colonna sonora di una cultura giovanile fatta di new wave ed elettronica... Tutto questo era ed è Berlino. A 20 anni dalla fatidica data della caduta del Muro, ecco un'occasione per un viaggio nel cuore della capitale mitteleuropea e per un viaggio nel nostro immaginario.
Dal 7 al 12 luglio il Parco dei Pini e Teatri di Vita si trasformano in un inedito quartiere berlinese con il festival Cuore di Berlino (via Emilia Ponente 485, Bologna;
www.teatridivita.it; info: 051.566330), inserito all'interno del cartellone estivo del festival /bé bolognaestate09/ in collaborazione con Comune di Bologna, Fondazione Carisbo e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.
Un programma ricco di iniziative, dalle canzoni e dai ricordi di Massimo Zamboni, al cinema di Rainer Werner FassbindeR, dalle presenze di scrittori e attori come Vitaliano Trevisan, Matteo B. Bianchi, Gino Paccagnella, Giulio Maria Corbelli, Massimo Poggio, Luciano Manzalini impegnati a interpretare le pagine di Addio a Berlino, fino alla musica dei Tarwater e dei Múm alle fotografie di Stefan Koppelkamm (in collaborazione con il Goethe-Institut Mailand) e ai dj set di Radio Città del Capo e alla gastronomia e birreria tedesca. Con un biglietto unico giornaliero di 5 euro.

Musica tra concerti e dj set, cinema, letture, fotografie e... birre e salsicce. Anche così si ricorda un evento storico. Sono passati 20 anni dal 1989, data della fatidica caduta del Muro di Berlino. Due decenni che hanno cambiato il mondo, e che hanno inciso profondamente sulla realtà di una città-faro d'Europa. Berlino è oggi uno dei maggiori punti riferimento dell'arte, della musica, dello spettacolo, del cinema, dell'architettura: insomma, un perno ineludibile della cultura europea, a cui Bologna dedica un evento estivo nel cuore del Parco dei Pini.
Con le 14 puntate di Berlin Alexanderplatz di Fassbinder e il film Cabaret, le storie berlinesi di Massimo Zamboni e gli scatti di Stefan Koppelkamm, gli ospiti musical speciali Mùm e Tarwater insieme ai dj di Radio Città del Capo, vi invitiamo a una settimana. nel cuore dell'Europa.

Primo filo conduttore delle diverse serate del festival sarà la serie di 14 puntate di Berlin Alexanderplatz, il film per la televisione scritto e diretto dal regista tedesco Rainer Werner Fassbinder e tratto dall’omonimo romanzo di Alfred Döblin. La storia è  incentrata sulla classe operaia (il titolo richiama infatti la piazza centrale della città) nella Berlino degli Anni Venti, e narra delle avventure del criminale occasionale Franz Biberkopf, soffocato dal contesto stesso con cui si trova a fare i conti.

Il secondo filo conduttore sarà una lettura a più voci di uno dei romanzi-simbolo sulla capitale tedesca: Addio a Berlino di Christopher Isherwood, da cui fu anche tratto il musical Cabaret e un film con Liza Minelli  (in programma domenica 12). Durante tutto il festival alcuni scrittori e attori leggeranno i capitoli di questa storia d’amore omosessuale ambientata nella Berlino prebellica, in una mise en espace di Andrea Adriatico. Ad alternarsi sul palco nello Spazio Piscina di Teatri di Vita saranno scrittori come Vitaliano Trevisan e Matteo B. Bianchi, il giornalista Giulio Maria CorbellI, e gli attori Gino Paccagnella, Massimo Poggio e Luciano Manzalini.

Uno spazio importante è destinato alla musica, che prevede  conclusione di ogni serata un dj set a cura di Radio Città del Capo, con la migliore elettromusic internazionale e i sound più coinvolgenti dal panorama contemporaneo, in sintonia con la chiave berlinese dell’intera manifestazione.

Grande attesa per gli ospiti stranieri. Come gli islandesi Múm (mercoledì 8 luglio), la cui musica è una miscela di beat elettronici ispirati alla scuola berlinese, partiture strumentali che uniscono chitarre, basso, piano, tastiere "vintage", archi, fisarmonica e altro ancora, a melodie dolcissime e delicate come una ninnananna.
E come i Tarwater (sabato 11 luglio), definiti “gli alchimisti dell’elettronica”, gruppo che deriva dalla tradizione technopop tedesca e si riunisce attorno alla calda voce del “non cantante” Ronald Lippok, il cui incedere indolente e malinconico rappresenta il vero marchio di fabbrica della band.

Massimo Zamboni, storico fondatore del gruppo Cccp-Fedeli alla linea, propone il concerto Sonata a Kreuzberg - cronache di una estate nella Berlino del Muro (venerdì 10 luglio). Un “libro di pensieri” che narra l’epopea delle case occupate di Kreuzberg, il convegno del Tuwat, passando dalla “caduta” alla costruzione di nuovi muri per ritrovarsi in un nuovo realismo inquieto. La voce recitante di Massimo Zamboni, che si occupa anche di canto e di basi musicali, è accompagnata da quella di Marina Parente. Oltre al concerto, è previsto anche l’incontro Live in Punkow. Dalla Berlino del Muro a Cccp-Fedeli alla linea dedicato alla nascita berlinese dei Cccp (giovedi 9 luglio).

Cuore di Berlino è anche immagine: nel corso del festival sarà allestita infatti la mostra Ortszeit del fotografo Stefan Koppelkamm, che in una suggestiva serie di doppi scatti mette a confronto alcuni scorci della capitale tedesca fatti a 10 anni di distanza l'uno dall'altro nello stesso punto, prima e dopo la caduta del Muro, evidenziando i profondi cambiamenti storici e sociali determinati da questa svolta epocale. La mostra è organizzata con la collaborazioe del Goethe-Institut Mailand.

Tutte le serate saranno accompagnate da Paulaner Küche, con gastronomia e birra direttamente dalla Germania. Tra le principali
proposte culinarie della manifestazione: salsiccia, krauti con patate, speck, misto di patate con hamburger, zuppa di gulasch, carne alla birra, piatto grande di patate e verdure con crauti e pane.

Per la realizzazione di Cuore di Berlino si ringraziano Concave, Prato Mania, Bologna Giardini, Cotabo, Radio Città del Capo.

infoline: 051.566330 - www.teatridivita.it

Ingresso:
5 € a serata
15 € card per ingresso alle 6 serate

TEATRI DI VITA
Centro Internazionale per le Arti della Scena 
via Emilia Ponente 485 - 40132 Bologna - Italia
tel&fax +39.051.6199900 
http://www.teatridivita.it

Giulia Cavallaro
stampa@teatridivita.it
skype: ufficiostampatdv


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node