Milano - 11 febbraio - CONDUITS / Gea Politi presenta "Germania Anno 64"

CONDUITS / Gea Politi
presenta

Germania Anno 64
Günther Förg
Eberhard Havekost
Thoralf Knobloch
Michael Van Ofen
Thomas Scheibitz

Inaugurazione: Mercoledi' 11 FEBBRAIO, ORE 18:30

CONDUITS / Gea Politi è lieta di presentare la mostra Germania Anno 64, che vede protagonisti 5 variegati artisti della scena tedesca: Günther Förg, Eberhard Havekost, Thoralf Knobloch, Michael Van Ofen e Thomas Scheibitz. Provenienti dalla collezione del  Flash Art Museum, i 5 artisti, selezionati da Helena Kontova, sono figli del miracolo economico che ha caratterizzato la Germania del dopoguerra dagli anni 50 in poi. Il titolo fa riferimento ai 64 anni trascorsi fino a oggi.

La Germania sa di pittura: non è un caso che New York, epicentro  dell'arte, pulluli da anni di piccoli epigoni di Kippenberger, Polke e  Richter. Figurazione e astrazione, ritratto e paesaggio, good & bad  painting... In terra germanica tutto si fonde senza soluzione di  continuità, nel nome sacro della Pittura. A sostenere quest'attitudine con un astrattismo di sapore post-strutturalista è Günther Förg (Füssen, 1952), attraverso le sue "cromatie segniche" che fanno scuola da oltre un decennio.

Eberhard Havekost (Dresda, 1967), che esplora le caratterische dell'architettura post-bellica, alterandone l'aspetto al computer per poi riprodurle su tela.

Thoralf Knobloch (Bautzen, 1962), partendo da un assemblaggio fotografico, è particolarmente interessato al modo in cui la pittura riesce a fondere sia la realtà in atto che quella in potenza.

Michael Van Ofen (Essen, 1956), trae la sua ispirazione dal diciannovesimo secolo: oltre ai vecchi maestri come Frans Hals e Jacques Louis David, fa riferimento a tableaux storici di pittori meno noti che lui reinventa creando composizioni rigorosamente bilanciate.

Thomas Scheibitz (Radeberg, 1968), scompone il concetto di architettura attraverso le sue tele geometriche dai colori sfavillanti.

Gesamtkunstwerk o Zeitgeist? In un'intervista recente Liz Taylor ha  raccontato di aver adornato - in una sorta di inconscio situazionismo  post-mediatico - un suo quadro di Van Gogh con un acchiappasogni. È questo il futuro e il destino della pittura?

CONDUITS/GEA POLITI
Viale Stelvio 66 - 20159 Milano
www.theconduits.com
info@theconduits.com
Telephone +39 02 6883470


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node