Note tuonanti…
Ci siamo lasciati ispirare dal titolo di Cassandra Wilson per farci travolgere dalle sue note energiche come tuoni. Ma tuffatevi anche nei sapori jazz di Elvis Costello e nel rock “pizzicato” dei Porto Flamingo. E non perdetevi la forza espressiva di Peppe Barra

Elvis Costello

suoni3

My Flame Burns Blue
Deutsche Grammophon

Il talento incontenibile di Costello torna a sorprenderci con questo nuovo lavoro velato di magia. Registrato durante la sua esibizione al North Sea Jazz con la Metropoli Orkest diretta da Vince Mendoza il cd è un’eccellente commistione di jazz e rock in cui recupera i suoi migliori brani per proporceli interpretati con l’ausilio di una grande orchestra, e alternati con qualche piccola chicca “rubata” a qualche grande del jazz. Un lavoro ricco di assoli frammisti a performance orchestrali di ampio respiro in cui sorprende il pianoforte di Steve Nieve nella poetica rivisitazione di Favorite Hour. Seduce la deliziosa Clubland. Conquista la voce emozionante di Almost Blue. Travolgono e stupiscono le versioni inusuali di Episode of Blonde e Watching the Detectives. Affascina il brano che dà il titolo all’album, in cui Costello ci svela a sorpresa le sue doti di crooner. Incantati.

CasSAndra Wilson
Thunderbird
Blue Note / Emi

Dalla sua voce possiamo aspettarci il meglio dell’interpretazione blues, folk, rock d’autore e raffinato pop. Vi pare poco? Direi proprio di no se a questo aggiungiamo anche una pregevole eleganza stilistica e un grande carattere; e se infine condiamo il tutto con il tocco di T-Bone Burnett, che Cassandra ha scelto per farsi accompagnare in questo viaggio sonoro dalle inedite peculiarità. Risultato? Un lavoro pieno di fascino, sensualità e calore, in cui l’erotismo di una voce dai timbri quasi cavernosi si compenetra con una serie di nuance musicali dai cromatismi infiniti. Un cd in cui miscela ad arte brani autografi con altri scritti da artisti come Jakob Dylan e Willie Dixon. E non si non manca la creatività di Burnett, che sigla due brani, la raffinata Lost e l’orchestrale Strike a Match. Imperdibili duetti chitarra e voce completano un lavoro irresistibile. Vi pare ancora poco?

Porto FlaMingo
Toc-Toc
UPR

Il chicchirichì di un gallo apre il nuovo lavoro dei Porto Flamingo per introdurci in un mondo fantastico fatto di energia, gioco, fantasia, danze e messaggi su cui riflettere. Si perché se i ritmi sono ludici e giocosi, rafforzati da parole fantastiche come Burububbu-bubbubburu, i testi ci immergono in storie il cui ascolto ci induce in profonde riflessioni. Colpisce la pizzica tarantata, il cui testo tradizionale è espresso nel dialetto più arcaico. E tra orologi che ticheteggiano, paperini, sottane ricamate, vento che soffia e giuggiole in fiore si varca la porta di un posto magico dove tradizione e contemporaneità danzano insieme sulle note di chitarre, fisarmoniche e percussioni dalle atmosfere zigane rivisitate.

Peppe Barra
Matina
Helikonia

Un genio creativo che esonda come un fiume in piena e copre le nostre anime sensibili con ritmi, suoni e input musicali di grande capacità seduttiva. Il suo eclettismo mischia con grazia artistica i testi intensi di Lino Cannavacciuolo e Patrizio Trampetti con un sound caldo e contemporaneo, a tratti fortemente teatrale. Non mancano pregevoli citazioni della tradizione popolare, come il mitico Renato Carosone con “Pigliate ‘na pastiglia”. Il fascino della follia artistica.

AcidoBalsamico
Aura Persa
Vallemania Recording

Se ascoltandoli vi sembrerà di percepire qualcosa degli Afterhours non vi state sbagliando… L’uso sapiente della voce, combinato abilmente con incalzanti sonorità rock vi potrà dare questa impressione. E potresti trovarvi anche qualcosa di Silvestri o del miglior Caputo. Ma gli AcidoBalsamico seguono la loro strada, ricca di sperimentazioni psichedeliche, influenze elettroniche, post rock e acustiche. Che li porta dritti alla forza seduttiva di Aura Persa, il singolo che ha accompagnato l’omonimo videoclip. Ci piace recensirlo perché merita attenzione: soffermatevi sui dettagli sonori, sulle rime dei testi, sui rumori di sottofondo che, se sembrano casuali, sono invece studiati per un effetto finale di gustosa novità. Non a caso, qualche mese fa, il giovane gruppo frusinate ha aperto il concerto degli italo-francesi Ulan Bator. Teneteli d’occhio, non ve ne pentirete.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node