Prato - 18 giugno - Tre nuovi eventi espositivi in contemporanea in tre diversi spazi del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci

Spazio dinamico e interdisciplinare, il Centro Pecci mercoledì 18 giugno dalle 19 presenta in contemporanea tre nuovi eventi espositivi:

FATTO BENE!
La collezione del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci
a cura di Marco Bazzini
Sale espositive, 19 giugno – 3 agosto 2008

PAOLO PARISI: OBSERVATORIUM (MUSEUM)
Progetto a cura di Stefano Pezzato
Lounge / Project Room / Wall Drawing #736 by Sol LeWitt

FAUSTO MELOTTI e GIULIO PAOLINI O DELLA LEGGEREZZA A TEATRO
LA COLLEZIONE DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
a cura di Moreno Bucci e di Marco Bazzini
Sale espositive  CID/Arti Visive
19 maggio – 6 luglio 2008

Le sale espositive ospitano, fino al 3 agosto, FATTO BENE! La collezione del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci a cura di Marco Bazzini. Il nuovo allestimento della Collezione, presentato in occasione del ventennale, testimonia vent’anni di ricerche critiche e scelte curatoriali, vent’anni di mostre realizzate con artisti nazionali e internazionali che hanno lasciato importanti testimonianze confluite nel tempo all’interno della collezione permanente del primo museo costruito in Italia per promuovere e documentare gli sviluppi dell’arte contemporanea. La mostra vuole anche essere un “arrivederci” alla Collezione che durante i lavori per l’ampliamento progettato da Maurice Nio sarà promossa all’estero per ritornare nelle sale del museo, numericamente e qualitativamente accresciuta, all’inaugurazione del nuovo Centro nel 2010.  In un percorso espositivo che non segue ordini né cronologici né tematici ma si muove per ‘suggestioni’ e dialoghi tra gli artisti, la mostra si apre con il lavoro al neon di Maurizio Nannucci intitolato Il sigillo di Salomone. Se quest’opera dalle geometrie astratte e dalla luce di diversi colori concretizza l’esperienza dell’osservatore evocata nel giornale distribuito all’ingresso delle sale, una pubblicazione sulla cui prima pagina campeggia la scritta: “l’arte è sempre stata contemporanea e una luce colorata sta negli occhi di chi la vive”, l’installazione presente nell’ultima sala, il progetto speciale per Prato di Isabella Gherardi dal titolo Morgana, dove sono continui i cambi di luce, riafferma il contenuto del messaggio.  Un messaggio che a vent’anni dalla sua fondazione il Centro Pecci vuole lanciare per ribadire quanto sia importante conoscere il tempo in cui viviamo e quanto il lavoro degli artisti da sempre aiuti a farlo.
La mostra presenta opere di: Luca Andreoni – Antonio Fortugno, Nobuyoshi Araki, Stefano Arienti, Marco Bagnoli, Ilya Budraitis – Alexandra Galkina – David Ter-Oganjan, Paolo Canevari, Enzo Cucchi, Ulan Djaparov, Jan Fabre, Carlo Fei, FLATZ, Lucio Fontana, Marco Gastini, Isabella Gherardi, Dmitri Gutov, Shirazeh Houshiary, Anish Kapoor, Anastasia Khoroshilova, Job Koelewijn, Jannis Kounellis, Francesco Lo Savio, Fabio Mauri, Mario Merz, Maurizio Nannucci, Hermann Nitsch, Panamarenko, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Anne e Patrick Poirier, Esther Stocker, David Tremlett, Remo Salvadori, Julian Schnabel, Daniel Spoerri, Johan van der Keuken, JCJ Vanderheyden, Shao Yinong e Mu Chen, Gilberto Zorio, Constantin Zvezdochotov.

Con la mostra di Paolo Parisi OBSERVATORIUM (MUSEUM) a cura di Stefano Pezzato -   il Centro Pecci prosegue la ricognizione sul lavoro di alcuni fra i più significativi artisti affermati in Italia negli ultimi quindici anni; ha proposto in successione opere e installazioni originali di Massimo Bartolini (2003-2004), Luca Vitone (2004-2006), David Smithson (2006), Botto&Bruno (2007-2008). Parisi ha concepito un articolato progetto site specific per l’area della Lounge/Project Room al piano terra dell’edificio, dove ha inserito sculture praticabili di cartone, dipinti monocromi su tela e realizzato un’originale installazione ambientale, proponendo nello spazio circolare d’ingresso, quale punto di partenza per una riflessione sulla struttura e sull’esperienza dell’opera d’arte, un confronto diretto fra il suo Observatorium (2004) che da il titolo alla mostra e l’installazione permanente di Sol LeWitt, Wall Drawing #736 Rectangles of Color (1993).

FAUSTO MELOTTI e GIULIO PAOLINI O DELLA LEGGEREZZA A TEATRO - LA COLLEZIONE DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO – a cura di Moreno Bucci e di Marco Bazzini Allestita nelle sale espositive del CID/Arti Visive fino al 6 luglio 2008, segue quella attualmente in corso nel Foyer del Teatro comunale di Firenze sul tema delle ’Donne contro’ - Obiezioni - in occasione della 71ma edizione del Maggio Musicale Fiorentino. Dalla collaborazione tra il Centro Pecci e Il Maggio, viene ora presentata questa mostra che vuole essere il “segno del Maggio” nella realtà artistica e museale di Prato. Saranno esposti i bozzetti di scena e i figurini dei costumi realizzati da questi due fra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea in Italia: Fausto Melotti  e Giulio Paolini. Artisti presenti anche nella collezione permanente del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci.
Melotti ha realizzato la scultura scenica e i figurini di filo di ferro, ottone e stoffa per Le chant du rossignol di Igor Stravinsky al Maggio Musicale Fiorentino del 1982, mentre Paolini ha eseguito i bozzetti e i figurini per Teorema da Pier Paolo Pasolini nel 1999.
Durante la mostra sarà proiettato anche il video del Balletto Teorema da Pier Paolo Pasolini su coreografia di Davide Bombana realizzato dai tecnici del Maggio Musicale Fiorentino. La mostra vuole anche riproporre all’attenzione ed evidenziare il rapporto specifico del Maggio Musicale Fiorentino con gli artisti e i pittori del ‘900, fin dalla sua prima edizione; il 1933.

Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci
Viale della Repubblica, 277 - 59100 - Prato
In auto - uscita A11 Prato Est
Dalla Stazione Centrale di Prato - LAM blu / direzione Repubblica
Da Firenze, Largo Alinari -  LAM MT Firenze-Prato

Ingresso: intero 5 euro, ridotto 4 euro
Orari: tutti i giorni, ore 10 -19, chiuso martedì
Info: T 0574-5317 /
www.centropecci.it

Ufficio stampa: Agenzia Alfabeta
Camilla Bernacchioni
press@centropecci.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node