Bologna - 28 maggio - Benvenue Pink Screens - Cortometraggi belgi a tematica GLBT @ Cinema Lumière

Associazione italo-belga Bologna-Bruxelles A/R
www.bolognabruxelles.com
in collaborazione con
LUO- Libera Università omosessuale
Associazione Genre d‘à côtés (Bruxelles)

28 maggio ore 20.00
Cinema Lumière
via Azzo Gardino 65/a

Benvenue Pink Screens
Cortometraggi belgi a tematica GLBT
in occasione del Gay Pride 2008

Ingresso a prezzo scontato a 3,50 euro per i soci del Cassero
e dell’associazione italo-belga Bologna-Bruxelles A/R
ingresso con tessera FICC

Il sesso, il corpo, l’eros ma anche la difficoltà di confessare quello che si è alla propria famiglia, la lotta contro il sessismo e le discriminazioni: queste le tematiche presenti negli otto cortometraggi realizzati da giovani talenti belgi presentati in anteprima nazionale in Bienvenue Pink Screens. Opere dai toni che oscillano tra tristezza e ironia, tra comico e drammatico, e di cui il silenzio è uno degli aspetti principali. L’accento è, soprattutto, sulla percezione della propria diversità e sul momento in cui bisogna affrontare il mondo per dichiarare il proprio orientamento e le proprie scelte di vita, anche in una società come quella Belga, dove i diritti della comunità omosessuale sono di fatto ampiamente riconosciuti.

Questa rassegna, organizzata in vista del Gay Pride nazionale, è promossa dall’Associazione culturale Bologna-Bruxelles A/R, in collaborazione con il Cassero e con l’Associazione Genre d‘à côtés (Bruxelles) che ogni anno propone il Festival di cinema GLBT Pink Screens. Le opere presentate, spesso inedite, invitano lo spettatore a riflettere sulle relazioni tra sesso, genere e valore sociale e culturale, “interrogando il mondo attraverso il dualismo maschile/femminile, demolendo le maglie di una società dominata dall’ etero-normatività”.  Hugues Sheeren - Presidente Associazione “Bologna-Bruxelles A/R”

I cortometraggi

Cyprien, moi et les autres
di Jean Baptiste Dumont
Belgio, 34’

Il matrimonio di Cyprien è l’occasione per Jean-Baptiste, migliore amico e testimone dello sposo, di fare coming out. Ma dire a tutti fdi essere gay non è così facile, soprattutto se vivi in un paesino delle Ardenne...

Casse-noisettes
di Laurent Golia
(Belgio, 2007, 11’)

Un ragazzo è scambiato per il fidanzato dell’uomo che ha appena incontrato e col quale è andato a letto per la prima volta. Le conseguenze di un’avventura possono essere, a volte, davvero sorpendenti.

Les corps silencieux
di Luz Diaz
Belgio, 2007, 19’

Le divagazioni di una ragazza solitaria affascinata da una donna misterosa. Saggio per tesi di laurea di una regista di talento 

L’autre
di Cristina Dias
Belgio, 2007, 13’

Coreografia in cui i due protagonisti maschili si cercano e si confrontano, unendo i movimenti danzati ad un sottile omoerotismo.

Ripaille sur le paillasson
di Mathieu Donck
Belgio, 2003, 13’

Per ottenere un prestito Francis, che in realtà è omosessuale, deve presentare una “fidanzata” ai suoi genitori desiderosi di un erede. Ma l'unica che trova non è certo una sventola…

Sexe a la maison
di Philippe Branckaert
Belgio, 2007, 3'30’’

Un video brevissimo a metà tra il clip musicale e la commedia. Musica di Misha Moon.

Chemins de novembre
di Sébastien Verkindere
Belgio, 2002, 11'

Un lungo pomeriggio di novembre. Cécile ha appena perso la sorella. I ricordi affollano la sua mente lungo sentieri tortuosi: quelli che percorriamo per restare noi stessi.

What are we doing tonight ?
di Marie Vermeiren
Belgio, 2002, 7’

A Bruxelles un gruppo di donne porta avanti delle azioni contro le pubblicità sessiste sviluppando un’energia tanta fisica quanta creativa e sensuale.

Ufficio Stampa Pride 2008
Mariagrazia Canu
Chiara Mantovan
E-mail:
press@bolognapride.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node