Lecce - 24 maggio - La cacciata del Paradiso | Installazione e performance di Loredana Cascione | “Divisa in due mi ritrovo”

Fondo Verri a.c.
Presidio del Libro di Lecce

(stagione culturale inverno 2008)
in collaborazione con la Libreria Icaro

Sabato 24 maggio dalle ore 21.00
La cacciata del Paradiso
Installazione e performance di Loredana Cascione

“Divisa in due mi ritrovo”

locandina_1_1

Se esistono luoghi dove oggi le donne possono esprimere al meglio la loro condizione di libere pensatrici, almeno in occidente, questi luoghi sono certamente quelli della letteratura, della poesia e del territorio dell’arte; mi risulta difficile infatti nella dimensione reale individuare luoghi più adatti di questi contesti.
Loredana lo sa, o meglio, lo intuisce e lo scopre giorno dopo giorno, soprattutto da, quando ha deciso che il suo “viaggio di vita” vuole svolgerlo nel pianeta dell’arte. Una scelta difficile la sua, non facile in un mondo che insegue comunque e dovunque il mero concetto dell’apparenza, come lei stessa ricorda nell’intimità dei suoi diari. Disvelare dunque la propria essenza attraverso gli strumenti dell’universo creativo è lo scopo del suo lavoro - “Ho voluto attorcigliare il pensiero perché fosse chiara la mia vita, ma è successo, questo si, è successo, che attorcigliando la mia vita, è stato chiaro il pensiero” - L.C..
Una necessità - prima di tutto, che fluttua nel magma degli elementi cercati e casualmente trovati, entità fisiche che appartengono comunque all’oblio come alla lucida intuizione. Loredana, interpone così i dubbi alle certezze, la calma alle inquietudini, l’evasione all’oppressione - alle identità celate - alle speranze riposte; risposte e interrogativi, che si alternano alla lucida condizione di donna, alle necessità dell’essere, alla dipendenza dall’anima, arcani automatismi che a volte condizionano e deviano il proprio e l’altrui cammino.
La performance, che Loredana Cascione mette in scena al “Fondo Verri” di Lecce, è una sorta di iperspazio della ragione, dove, corpo e mente convivono (se così si può dire), con l’io inconscio dell’essere umano. Una messa in scena della vita e del suo senso intrinseco ed estrinseco, una rappresentazione performativa “dell’essere” che cerca se stesso nel viaggio a ritroso, come i salmoni risalgono a fatica la corrente del fiume per depositare a monte le speranze che preserveranno la specie.

Sergio Nannicola

il Fondo Verri a.c.
è a Lecce in via Santa Maria del Paradiso 8 nei pressi della Chiesa del Rosario
il numero telefonico è 0832-304522, l’email:
marinoma8@fondoverri.191.it
i blog: http://fondoverri.splinder.com - http://leparoledidentro.splinder.com


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node