Bologna - 21 maggio - proiezione del film-documentario "Altromondo" @ Cinema Lumiere
“ALTROMONDO”, film di Fabiomassimo Lozzi, affronta il difficile tema dell’omofobia in Italia

proiezione del film
"Altromondo"
mercoledì 21 maggio alle ore 18:00
al Cinema Lumiere di Bologna

Comunicato Stampa

Non sarà proiettato nei cinema “ALTROMONDO”, film di Fabiomassimo Lozzi che affronta il difficile tema dell’omofobia in Italia. Il film-documentario di Lozzi sarà disponibile solo in Dvd dal cinque Aprile e si prepara a far discutere per la crudezza e la brutalità con cui ha voluto raccontare il tema dell’omosessualità in Italia e per il forte attacco al Vaticano.
Due temi di attualità: la lotta all’omofobia e la paura delle diversità.
Da questo parte Fabiomassimo Lozzi nel suo film “ALTROMONDO”, che si pone a cavallo tra un’opera teatrale e un documentario ed affronta, in modo diretto e scomodo, il tema dell’omosessualità in Italia, criticando altresì la posizione della Chiesa nei confronti degli omosessuali. Politicamente scorretto, è un’opera che racconta le tante sfumature di un mondo a molti sconosciuto ma non per questo invisibile.
“ALTROMONDO” è un film di sperimentazione, il suo linguaggio si compone di un susseguirsi di monologhi, adattati da interviste fatte da Antonio Veneziani e Riccardo Reim a persone reali (contenute nei libri Pornocuore e I Mignotti); il progetto è stato realizzato grazie all’inestimabile collaborazione con l’Actor’s Center di Roma, protagonisti cinquanta bravissimi attori tra cui Francesco Apolloni, Simone Montedoro, Davide Ricci, Salvio Simeoli.
Sul sito
www.altromondofilm.com saranno inserite prossimamente le date del tour promozionale che prevede una serie di proiezioni nelle principali città italiane.

Commento di Fabiomassimo Lozzi:
“Realizzare questo progetto è stata una sfida contro tutte le convenzioni: quelle della produzione cinematografica italiana che non promuove opere anticonvenzionali, di sperimentazione, ma anche sfida contro gli stereotipi della società e della cultura del nostro paese. Abbiamo cercato di dare una voce ed un volto a tante realtà silenziose, nascoste e troppo spesso ignorate. Il film infatti è anche un documento di denuncia, dedicato a tutte le vittime (oltre duecento morti negli ultimi venti anni) della violenza omofobica che ancora persiste in Italia.
Negli ultimi mesi un’ondata di sdegno violenta ed intollerante ci ha ricordato che viviamo ancora in una società fintamente liberale e democratica, in cui l’omosessualità è ancora uno spauracchio che il Vaticano agita in una campagna di vera e propria disinformazione, continuando impunemente a diffondere ignoranza. La polemica infinita sulle unioni civili è un esempio estremamente pertinente e triste delle contraddizioni in cui vive la società italiana, ancora divisa e abusata da una laicità dello stato che è tale solo in apparenza e ben poco nella forma, e in cui il Vaticano continua ad avere un potere di ingerenza sulla vita sociale del Paese, cosa che sarebbe giudicata totalmente inammissibile in qualunque altro paese democratico”.

Ufficio Stampa
Alessio Piccirillo
a.piccirillo@redagency.it

Ufficio Stampa Pride 2008
Mariagrazia Canu
Chiara Mantovan
E-mail:
press@bolognapride.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node