LA NUOVA IDENTITA' FLUIDA DELLE COSE
Gli oggetti del nuovo design sono legati trasversalmente da forme e materiali utilizzati in modo innovativo e talvolta trasgressivo. Ce lo svela un nuovo libro che è da leggersi tutto d'un fiato...
Ehi transgenderini verdi... questo mese voglio consigliarvi una lettura. Si tratta di un libro,
appena uscito, che s'intitola TRANS-DESIGN: l'’identità ibrida e contaminata dei prodotti d’inizio millennio ed è di Gianluca Sgalippa e Jacqueline Ceresoli
(prefazione di Maurizio Vitta, edito da Tecniche Nuove).

Il 23 gennaio è stato presentato al Salone d'Onore della Triennale di Milano al pubblico.
I due autori indagano sui processi culturali e creativi che, negli ultimi anni, hanno portato a "una profonda trasformazione del modo di fare design in tutti i settori della produzione": i prodotti della contemporaneità sono caratterizzati da "scelte tipologiche, linguistiche e tecnologiche del tutto imprevedibili", come se fossero soggetti a fenomeni di "mutazione e di ibridazione", che conducono a identità fluide, stravaganti, di difficile classificazione.

Secondo Sgalippa e Ceresoli infatti gli artefatti della nuova generazione "sono legati
trasversalmente da forme e materiali utilizzati in modo innovativo e talvolta trasgressivo" e, da questo scenario, deriverebbero nuovi comportamenti e nuovi modi di
concepire e organizzare i paesaggi della nostra quotidianità.

240 pagine da bersi in un sorso per aprirsi a visioni meta e trascendenti su ciò che ci circonda: da sballo!

Trans design

Il libro
Pagine: 240
Formato: 24 x 30 cm
Rilegatura: Brossura con alette
Data pubblicazione: gennaio 2008
Editore: Tecniche Nuove
Collana: Costruzioni, Architettura, Design
€ 49,00

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node