MEMORIA & TERRORE
tra lager, rievocazioni giurassiche e personaggi che hanno segnato la storia...
Per non dimenticare mai
27 gennaio Giornata della Memoria, per non dimenticare gli orrori delle persecuzioni naziste. Anche History Channel non dimentica e dedica la propria programmazione al ricordo della Shoah, della guerra agli omosessuali, agli zingari e ai soldati prigionieri di guerra. Si parte alle 15.30 con “L’Isola delle rose” che racconta il tragico destino della comunità ebraica di Rodi attraverso la vicenda di una famiglia italiana. La storia segue quella autobiografica della regista Rebeca Samonà, mezza italiana e mezza ebrea. La parte ebraica della famiglia fu deportata ad Auschwitz e uccisa. Sempre nello stesso lager è ambientata “Fuga da Auschwitz”, in onda alle ore 21.00: la notte del 7 aprile 1944 Walter Rosemberg e Alfred Wezler riescono a scappare dal campo della morte e il loro racconto sarà la prima testimonianza dettagliata sui meccanismi di sterminio applicati dai nazisti. Alle 21.55 è la volta di “Auschwitz 2006” che racconta la cronaca del viaggio di 250 studenti al campo di sterminio Auschwitz/Birkenau organizzato nel 2006 dal Comune di Roma e dalla Comunità Ebraica della capitale in collaborazione con l’Associazione Nazionale ex Deportati. Conclude la serata “Perlasca, il coraggio di un giusto”, in onda alle 22.50, che narra, con tanto di intervista inedita, la straordinaria vicenda di Giorgio Perlasca che nell’Ungheria occupata dai nazisti si finse diplomatico spagnolo, riuscendo a salvare migliaia di ebrei. Un salto nel passato che vive nel presente e insegna il futuro.

Dalla parte dell’anello al naso
Immaginate un gruppetto di aborigeni che telecamera alla mano decidono di avventurarsi nell’ignoto delle metropoli europee. Insomma il vecchio continente visto da occhi selvaggi, quelli di una tribù Kastam con anello al naso e tatuaggi ovunque che atterrati a Londra dovranno affrontare sorprese pericolose come i take away, la caccia alla volpe, i karaoke gay o il bingo. E’ “Selvaggio a chi?“ in onda su Cult ogni mercoledì alle 21.00 dal 2 al 16 gennaio.

Nativs

I cinque “stranieri” dovranno raccogliere materiale da documentare ai propri simili al loro ritorno e commentare le assurdità del mondo occidentale e cosiddetto all’avanguardia spesso alle soglie del ridicolo, dell’assurdo e certamente inconsueto come nel caso della fobia dello shopping per “vestirsi”, l’inseminazione artificiale dei maiali da allevamento o le rievocazioni di cene medievali. Gli angoli della vita.

Il fascino del giurassico
Scagli la prima pietra chi non si è invaghito di un dinosauro in età infantile. Dispiace ammetterlo ma il fascino del preistorico continua a mietere vittime, quei terribili bestioni ci stregano e continuano a incuriosirci nonostante tutti quei denti aguzzi, quella pellaccia ruvida e quei ruggiti assordanti. A intuire tanto entusiasmo il canale Jimmy, con il programma “Primeval” in onda dal 28 gennaio ogni venerdì alle 21.00 che racconta della minaccia proveniente da una deformazione nell’equilibrio spazio-temporale, un difetto che farà sbucare terrificanti dinosauri al giorno d’oggi. Un mix di paura, fantascienza e genialità il programma è firmato BBC. Una garanzia di qualità.

Accecato di giustizia
Fa il detective, è coraggioso ed è proprio il caso di dirlo non guarda in faccia a nessuno. E’ Jim Dunbar che nella serie “Blind Justice” in onda su Next: Hd ogni domenica alle 22 a partire dal 6 gennaio è un inconsueto poliziotto reso cieco da un colpo di pistola alla testa sparatogli durante un conflitto a fuoco. Non si arrende e torna a fare il suo mestiere, più abile che mai grazie anche all’aiuto del fedele cane guida Hank. Dovrà combattere contro l’ingiustizia ma anche contro lo scetticismo di colleghi e colleghe non molto contenti di lavorare con un non vedente armato di pistola carica. Questo e altro a New York!
blj


Che uomini!
Innovare, non accontentarsi mai, sfidare l’impossibile: è quanto caratterizza due italiani doc il cui profilo è delucidato in “Il Commenda e l’Incantabiss” su History Channel venerdì’ 25 gennaio alle ore 21.00. Si tratta di Angelo Rizzoli e Arnoldo Mondadori, due big dell’industria culturale italiana, le cui vite sono poste in parallelo. Rizzoli era stato soprannominatoli Commenda per il suo fiero cipiglio, Mondadori era detto l’Incantabiss (dal milanese incantatore di serpenti) per il suo sorriso sornione e la sua capacità di persuadere chi lo circondava. Due figure forti, così vicine e lontane allo stesso tempo, hanno reso Milano la capitale dell’editoria ringiovanendo la produzione culturale del nostro Paese del dopoguerra. Esplosione di personalità.

AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node