tRa hi-teCh e medioEvo
Alta tecnologia, aRte, tradImenti, brividi e sorprese...

Sfide ingegneristiche su Discovery Channel
Cosa sta dietro la costruzione di un grande stadio sportivo?
Possiamo parlare di spettacolo d’ingegneria e tecnologia ma anche di estasi estetica?
Quando si compiono imprese ciclopiche certamente sì. Per saperne di più il 1 aprile alle ore 21.00, e non è uno scherzo, Discovery Channel (Sky-canale 420) presenta in esclusiva per l’Italia lo speciale film-documentario “Il nuovo stadio di Monaco”, uno dei 2 più moderni stadi sportivi della storia pronto a ospitare i mondiali di Calcio 2006. Si parlerà anche dello Stadio di Pechino dove nel 2008 saranno ospitati i più grandi atleti del mondo che si sfideranno in occasione dei Giochi Olimpici della nuova era.
Il film con riprese mozzafiato, girato in formato 16:9 e ad alta definizione su pellicola HD da 35 mm, è un mix di azione, ingegneria high-tech del XXI secolo e interessanti contenuti narrati in modo comprensibile per tutti.
Grazie ad un team di audaci e ambiziosi architetti è possibile ammirare, rimanendo letteralmente affascinati, lo stadio di Monaco con una platea di 66.000 spettatori realizzata con progetti futuristici e materiali davvero innovativi.
Di notte risplende dei colori delle bandiere delle squadre partecipanti, le gradinate hanno una pendenza fra 24° e 34° che garantisce che ogni spettatore possa essere il più vicino possibile all’azione. La superficie complessiva è di 64.000 mq  e presenta la più estesa copertura realizzata in membrana sintetica. Uno spettacolo per gli occhi e per la mente imperdibile da sportivi e non sportivi.

Dalla Germania con aMore....
Chi l’ha detto che la lingua inglese sia la lingua universale o del futuro? Stando al crescente numero di canali satellitari in lingua tedesca sembrerebbe proprio di no.
A capire tale tendenza Sky che ha tra i suoi bouquet canali stranieri trasmessi in chiaro sulle frequenze di Hot Bird come le due reti pubbliche Ard e Zdf, la privata Rtl e il canale Arte dedicato interamente alla cultura e all’arte. Si tratta di un canale in realtà trasmesso anche in lingua francese essendo co-prodotto da Francia e Germania.
Tra i programmi di punta “Le Journal de la Culture”, in onda ogni giorno alle 20.00 per aggiornare sugli eventi culturali in Europa. Da segnalare anche i film d’autore, pellicole rare, documentari, teatro e opere liriche all’interno di un palinsesto che spazia dall’attualità alla storia, dall’arte visiva alla musica, dalla gastronomia alle bellezze paesaggistiche, il tutto senza pubblicità. L’unica cosa comprensibile anche ai non poliglotti!

Tradire con i reality
Ci mancava pure questo: un reality sui tradimenti, con tanto di detective alle calcagne, prove schiaccianti filmate, bugie, sottorifugi, ma anche risate e ironia.
“Cheaters”, letteralmente tradotto significa "Imbroglioni" (ma fa più effetto dire “Tradimenti”) è il nuovo programma di Sky Vivo in onda ogni lunedì alle ore 23.00, capace di mettere in piazza vite di coppia che finiscono per scoppiare.
Non si parla solo di sesso ma anche di tradimento di cuore, si piange e si fa piangere, si soffre e si fa soffrire. Insomma quando l’adulterio finisce sotto gli occhi indiscreti di telecamere forse la coppia vuole lanciare qualche messaggio di aiuto o al contrario cogliere la palla al balzo per farla finita. Ma alla resa dei conti serve farsi beccare ? La risposta allo psicologo, se ci riesce.

Parole da paura
Fa più paura un suono, un rumore, una parola, il silenzio assoluto o una scena di sangue?
Per chi ama il vero brivido niente supera il racconto di un’atmosfera di delitto, di incubo e mistero purchè fatto da una voce calda, sicura, tagliente ed emozionante come quella di Giancarlo Giannini che ogni lunedì e giovedì alle ore 20.55 legge sugli schermi di  Fox Crime 5 minuti intensi di brani tratti dai classici della letteratura nera come i racconti di Edgar Allan Poe, Guy de Mopassant, Arthur Conan Doyle e Gustav Meyrink. “Racconti Neri” è dunque un intelligente programma che regala emozioni con classe ed essenzialità di grande  effetto senza ricorrere ad effetti speciali. Roba da brividi!

Il Medio Evo viSto sotto un’altra lente
Udite, Udite: il Medio Evo fu un’epoca davvero così buia, difficile, piena di stenti e nera? Secondo Discovery Civilisation la storia di quel periodo andrebbe rivisitata come ci mostra il programma “Vite Medievali” in onda ogni mercoledì alle ore 21.00 grazie all’abilità del suo conduttore Terry Jones, attore e regista del gruppo Monty Phyton ma anche grande appassionato di storia. Basta con gli stereotipi che vedono contadini puzzare come maiali, analfabeti o maltrattati dai loro signori. I monaci non erano tutta preghiera e Chiesa bensì amavano il denaro e le donne, che a loro volta  non erano tutte così ingenue e sottomesse.
Una nuova serie tv per riflettere e intrattenere allo stesso tempo.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node