Scavami nel cuore
Con i toni acidi dei Subtle, o i vapori mediterranei di Lucina Lanzara, o le sugggestioni iPnotiche del Quarteto brasil

Subtle
for Hero: For Fool
Lex/Wide
Il loro è uno stile che mischia elettronica psichedelica, indie rock, folk contemporaneo, hip hop, rap, ambient, violini, armoniche e chitarre… Sono degli sperimentatori che si sono fatti le ossa in locali e manifestazioni “cult” del panorama europeo, come il Sonar di Barcellona e il Quart Festival in Norvegia. Un sound dal rock un po’ acido che con questo ultimo lavoro si inoltra lungo i nuovi sentieri del rap underground. Qui il lavoro è più strumentale rispetto ai precedenti, anche se possiede significativi pezzi vocali e la presenza intensa dell’armonica di Pierson, leader della band. Un cd da ascoltare e riascoltare più volte prima di penetrarne l’anima, ma alla fine la costanza viene premiata…

Lucina Zanzara
De Mare
Rai Trade
Vapori mediterranei enfatizzati da una voce fuori dal comune. Il nuovo disco di Lucina Zanzara è una promessa mantenuta. Perché tutto quello che il titolo, De Mare, lascia presagire, si avvera nota dopo nota in questo lavoro dedicato al mare e a ciò che metaforicamente esso rappresenta: l’incostanza e la forza delle passioni umane. Un attenta ricerca nei testi, con parole che soffiano sulle vele gonfiate dal vento, si impennano tirate dal maestrale per poi perdersi in alto mare bagnate di pianto e sudore e piacere… Un lavoro sofisticato e accurato, impreziosito dalla fisarmonica di Maurizio Curcio ed energizzato dalle percussioni di Rosario Punzo. Una curiosità: il brano “Un raggio sulla Stiva” è anche stato incluso nella compilation del cartellone internazionale Kalsart Maree del Comune di Palermo, aperto dai Madredeus.

Antonello De Santis
Non ho mai scritto per Celentano
No Reply
Questo non è un cd, ma racconta la nascita di tanti cd che hanno fatto la storia della musica italiana dagli anni ’70 ad oggi. A scrivere il libro è Antonello De Santis, autore di brani epici come Anima Mia dei Cugini di Campagna e Tu mi Rubi l’Anima dei Collage. Ma il brano d’esordio, il primo scritto nella sua lunga carriera di paroliere è stato Padre Davvero, superbamente cantato da Mia Martini. Un libro irriverente e scanzonato che svela non pochi segreti e racconta i prodromi di alcune canzoni famose come Laura non C’è di Nek, nata tra due amici e una bottiglia di vino rosso, o come Innamorata, resa famosa dai Cugini di Campagna, dedicata al suo primo schiaffo d’amore. Un modo tenero e sognante per rivivere gli ultimi decenni della musica leggera intrecciando canzoni d’amore con la storia dell’Italia attraverso la vita di un uomo a cui resta un solo cruccio: non aver mai scritto per Celentano!

Quarteto Brasil
Bossa Nova/Delicado

Kind of Blue
Abbiamo tra le mani una preziosità. E si sente dalle prime note. Non è la tradizionale bossa nova brasiliana, ma una tessitura musicale caratterizzata da un evocativo tema centrale il cui ripetersi crea una suggestione ipnotica che prende l’anima e trascina in un’atmosfera poetica di ampio respiro. Il leader del quartetto, Cristòvão Bastos, arrangiatore e principale compositore, è stato un importante figura della scena musicale brasiliana per oltre 40 anni, lavorando con artisti di grosso calibro come Barbra Streisand. All’ascolto si impone la presenza di Zè Canuto, altro notevole artista che vanta collaborazioni con nomi come Milton Nascimento e Flora Purim, il cui sassofono sottolinea con grazia le maggiori linee melodiche dei brani. Morbida e sensuale, risulta senza soluzione di continuità la musicalità di questo lavoro, esaltata dal basso di Bororò (artista versatile in grado di suonare un’infinità di strumenti) e dalla batteria di Jurim Moreira (chissà quanti di voi l’hanno conosciuto all’Umbria Jazz al fianco di Gilberto Gil o Gal Costa). Special guest Marçalzinho alle percussioni, una chicca. Un ascolto delicato e carezzevole.  

Diane Schuur
Live in London
GR2 Classics
La sua voce ti scava un solco nel cuore. Non a caso è definita la First Lady del jazz internazionale, visto che ha una estensione vocale di 3 ottave e mezzo. La sua ecletticità raggiunge i massimi livelli in questo nuovo disco attraverso una personalissima e artistica interpretazione di grandi classici, come Besame Mucho di Consuelo Torres Orti Velazquez e So in Love di Cole Porter, come As di Stevie Wonder e l’originalissima Don’t let me be lonely tonight di James Taylor.
Nata cieca, già a 16 anni Diane Schuur teneva concerti live. Candidata 5 volte al Grammy Awards come migliore vocalist jazz, ne ha vinti ben 2. Il suo ultimo lavoro, registrato dal vivo al celebre Ronnie Scott di Londra, ha saputo conservare per sempre in queste 14 tracce l’energia trascinante che questa artista riesce a trasmettere nelle sue performance dal vivo. Galvanizzante.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node