il naTurale fluire delle cose
eseguire un’opera su un altipiano a 2000 metri di altezza, coMporre nuovi brani avvicinandosi ai sapori latinoamericani, scrivere canzoni ispirate ai valori della tolleranza...

Ludovico Einaudi – Divenire Tour

 

La fortuna di pubblico e critica del compositore e pianista torinese Ludovico Einaudi è in continua ascesa da anni. I suoi concerti, che si moltiplicano, attraggono un pubblico eterogeneo che da una parte apprezza l’elegante raffinatezza e l’intimismo proprio della scrittura di Einaudi, e dall’altra va alla ricerca di esperimenti e soluzioni che riescano a combinare in modo semplice ma efficace sonorità acustiche con sound elettronici. E’ il caso, per esempio, dell’album Divenire, lavoro a cui Einaudi ha lavorato dal 2002, da quando cioè fu invitato al Festival I Suoni delle Dolomite. In quell’occasione gli fu commissionata un’opera da eseguire su un altipiano a 2000 metri di altezza, quindi completamente immersi nella natura, e ne uscì fuori la suite La vita, la natura e la morte ispirata al trittico pittorico di Sagantina e, ovviamente, legata al tema temporale del fluire naturale delle cose. Il resto, in un work in progress, cioè in divenire, è venuto da sé.

Il Divenire tour, fino a maggio inoltrato, vede la presenza sul palco oltre dello stesso Einaudi, di un sestetto d’archi (Marco Decimo al violoncello, Thomas Schrott al violino, Laura Ricciardi al violino, Svetlana Fomina alla viola, Antonio Leofreddi alla viola e Franco Feruglio al contrabbasso) e di Robbert Lippok all’elettronica. Lippok è una delle menti del gruppo elettro-acustico tedesco dei To Rococo Rot, formazione la cui musica, anche se diversa per genesi, si avvicina in alcuni aspetti (modularità, ripetizione variata dei pattern, gusto per la ricerca dell’effetto sonoro e della melodicità) a quella del compositore torinese. Ad aprile il Divenire Tour sarà il 1 all’Auditoriu-Parco della Musica di Roma, il 2 al Teatro Filarmonico di Verona, il 4 al Teatro delle Muse di Ancona, il 5 al Teatro Toniolo di Mestre.
Tutte le altre date della tournée si possono consultare sul sito.

www.ludovicoeinaudi.com

 

Sergio Cammariere: “Il pane, il vino e la visione”

Lo abbiamo visto nella scorsa edizione del Festival di Sanremo duettare al pianoforte, con un’immagine che tanto richiamava quel festival del 2003 da dove uscì benissimo con Tutto quello che un uomo, insieme a Simone Cristicchi, vincitore della 57^edizione della kermesse sanremese. E ora lo possiamo vedere in tour. Sergio Cammariere con Il pane, il vino e la visione giunge infatti al suo terzo lavoro in studio (da lui prodotto) dopo Dalla pace del mare lontano e Sul sentiero. Sempre rigoroso ed equilibrato nel strutturare i brani e nello scegliere e misurare tra loro i suoni, Cammariere ha questa volta sposato meno lo swing degli album precedenti per avvicinarsi ai sapori della musica sudamericana. Il cantautore, in concerto fino a maggio, ad aprile suonerà il 2 a Napoli, il 4 a Pescara, il 16 a Milano, il 18 a Torino, il 23 a Catania, il 24 a Palermo, il 26 a Brindisi, il 27 a Lecce e il 29 a Roma.
Le altre date sul sito.

www.sergiocammariere.com

 

Concorso Premio Ciampi

Il Premio Ciampi, come pochi altri concorsi italiani (Premio Musicultura già Città di Recanati, Premio Tenco, Premio De Andrè), è uno dei punti di riferimento per la nuova musica dalle tendenze cantautoriali italiana. Il premio, quest’anno alla sua 13esima edizione e che come ovvio è dedicato e intitolato all’artista Piero Ciampi, si svolge a Livorno ed è a carattere nazionale. Si può partecipare sia come singoli che in gruppo inviando 2brani inediti, che non dovranno però essere presentati ad altri concorsi. Il termine di iscrizione scade il 30 maggio. Bando e scheda di partecipazione si possono scaricare dal sito.

www.premiociampi.it

 

Voci per la libertà 2007

 

Come dire… l’unica clausola di esclusione dal concorso è la non aderenza alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Ma facciamo un passo indietro. Voci per la libertà è un concorso musicale patrocinato da Amnesty International che, giunto alla sua decima edizione, si svolge a Villadose (Ro) dal 19 al 22 luglio. I criteri di valutazione dei brani, ovviamente inediti, si basano sulla qualità musicale e testuale del brano e sulla capacità di una canzone di esprimere valori di tolleranza e solidarietà nei confronti degli uomini. Ecco così spiegato l’articolo 3 del regolamento che prevede l’aderenza dei gruppi e singoli partecipanti alla D.U.D.U. L’iscrizione scade il 30 aprile. Bando e scheda di partecipazione sul sito.

www.vociperlaliberta.it


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node