liBeri e conTenti
Liberi di abitare un ambiente aCCogliente. Liberi di voTare l'aziEnda + etica. Liberi di mangiare vegetariano alla mensa uniVersitaria... E liberi (i bimbi) dallo sfruttamento minorile... Contenti?

AbitAbile: guida per una casa a misura di tutti
“AbitAbile” è una guida dedicata a coloro che hanno problemi di mobilità. Si occupa degli ambienti domestici e fornisce consigli e soluzioni concrete x adattare la casa alle esigenze speciali del target.
Il libro contiene anche le normative di riferimento, storie di persone che hanno reso accessibile la propria abitazione e, infine, dà indicazioni sulle aziende italiane di consulenza e progettazione accessibile.
La guida è stata realizzata dall’Associazione Centro Documentazione Handicap di Bologna (gestisce una biblioteca dedicata ai temi dell’handicap, del disagio sociale, del terzo settore, etc.), dalla Cooperativa Accaparlante (insieme alla prima Associazione realizza servizi culturali, socio-educativi e informativi) e dall’azienda Coloplast (propone soluzioni innovative e di qualità alle persone che soffrono di condizioni invalidanti).
Potete consultare la guida presso il Centro Documentazione Handicap di Bologna, in via Legnano 2. Tel: 051 6415005. Oppure potete richiederne una copia gratuita su www.coloplast.it …e che la CASA sia DOLCE CASA per tutti!

PallonAsia: date un calcio allo sfruttamento del lavoro minorile
La collaborazione tra Assobotteghe e il Centro missionario PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) di Milano ha dato alle stampe il secondo episodio della trilogia “La Notte di San Nessuno”, il primo fumetto equo e solidale. Narra le vicende di Nelson, piccolo protagonista che viaggia nel Sud del mondo, alla scoperta dello sfruttamento minorile nel campo del lavoro.
Il secondo episodio della saga s’intitola “PallonAsia”: Nelson ci conduce in Pakistan (a Sialkot), dove la sua missione è liberare i bambini che, proprio in quella regione, vengono massicciamente sfruttati per la produzione dei palloni da calcio.
La grafica del fumetto?
 Attraente e vivace.
La storia? Divertente e nel contempo edificante.
Insomma il fumetto perfetto per grandi e piccini.
Potete trovare “PallonAsia” in tutte le Botteghe del Mondo (cioè quelle del commercio equo e solidale, www.assobdm.it) oppure richiederne una copia  al PIME di Milano (im@pimemilano.com) o recandovi nella sua sede, in via Mosè Bianchi 94 (Milano)
Prezzo di copertina: € 5.
Buona lettura!

“And the winner is…”: gli Oscar x la reputazione d’impresa
Tra le innumerevoli classifiche che hanno segnato la fine del 2006, c’è anche quella che ha attribuito la più alta “corporate reputation” tra 100 aziende operanti in Italia e prese in esame.
Sono state realizzate 4775 interviste, di cui 4201 rivolte ai cittadini (campione rappresentativo dell’opinione pubblica) e 574 a leader di opinione (tra giornalisti, operatori di ONG, etc.)
Per l’opinione pubblica i vincitori sono:
1. Nokia,
2. Barilla,
3. BMW Group.

Invece questa è la top 3 degli opinion leader:
1. Sony,
2. Armani,
3. Apple
(fonte: www.vita.it)
L’obiettivo dello studio era stabilire i “drivers”, ovvero i fattori che orientano la percezione sulla reputazione di un’impresa da parte del pubblico; i risultati dell’indagine offrono così alle aziende nuove indicazioni sulle future strategie operative.
Per esempio, è emerso che l’opinione pubblica, in linea di massima, è influenzata da valori come la gestione etica dell’impresa, la capacità di ascolto dei bisogni dei consumatori, la creazione di momenti di contatto con loro e valori legati all’immagine.
Per gli opinion leader, invece, a svolgere il ruolo fondamentale sono l’immagine aziendale, la sicurezza e la qualità dei prodotti, la capacità relazionale.

Un’altra mensa (universitaria) è possibile: è quella vegetariana!
Mentre un numero sempre crescente di mense scolastiche propone cibi rigorosamente biologici, la mensa dell’Università di Catania si dà al vegetariano!
Dallo scorso novembre, oltre alle tradizionali pietanze, la mensa accademica propone la ‘linea verde’: menù espressamente dedicati a ki segue un dieta vegetariana e/o vegan, e a chiunque voglia provarli.
La decisione dell’Amministrazione è giunta dopo le pressanti richieste di uno studente, socio LAV (Lega Anti Vivisezione), che per mesi non ha potuto usufruire appieno del servizio di ristorazione universitaria proprio perché venivano proposti quasi esclusivamente piatti a base di carne.
Un’idea da copiare, in modo semplice, soprattutto per rispettare quella fetta di popolazione italiana (circa 3 milioni di cittadini, dati Eurispes) che segue un regime alimentare vegetariano.
Per la libertà di scegliere cosa mangiare!


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node