CuoRE veRo
LibERI dall'essere CONTRO... noi siamo PER...

Adeguiamoci.
Liberi dall’essere CONTRO, possiamo parlare d’amore anche noi, visto il mese di carnevalata: e non perché per Bazar amore lo sia, piuttosto perché forse l’amore, oltre che business datato 14.02, è anche un tripudio di maschere.

1. TRAvestirsi
In amore tutto è lecito, nel rispetto e nella lealtà, no? E dunque travestiamoci, occultiamoci per ricomparire, appariamo come non mai, indossiamo vesti che scoprano, che alludano, che ci smascherino. Senza paura.
Proviamoci in panni che non conosciamo e offriamo aspetti nuovi, a noi stessi, all’altro e agli altri, per poi ricomporci, riorientarci, ricollocarci. Arricchiti, più consapevoli, meno ambivalenti: più presenti.

2. TrasFORMArsi
In altro da sé, con coraggio, senza sfida ma con uMILtà, quella dell’impresa e della scoperta con l’emozione del viaggio e dell’ignoto, e con la fame dello scienziato, accettando di perdere qualcosa per acquistare qualcosa di nuovo, di diverso. Per poi farne tesoro.

3. meravigliarSI
Di uno scorcio, di una prospettiva, di una luce che illumina un segreto mai esplorato, uno spazio non frequentato, una strada ancora da percorrere. E poi condividiamola, disponibili ad altra meraviglia.

4. Esporsi
Allo sguardo dell’altro, degli altri. Con la fiducia nel giudizio, col coraggio dello scacco, con la paura del ridicolo. Rischiamo, consapevoli dei nostri limiti che invece ci proteggono, forti di ciò che ad oggi siamo diventati, coincidendo con noi stessi, ma anche dentro all’esperienza di un continuo movimento. Azzardiamo oltre il conosciuto, con precauzione, vigilanza e compassione, ma con l’apertura che ci rende liberi sempre e ovunque.

5. Cambiare
Pelle, umore, postazione e postura. Per non morire, per non ciclare, per sorprenderci di ciò che possiamo, per proseguire, per costruire. Senza tradire il percorso fatto, la responsabilità assunta, gli affetti che patiamo.

6. GODere
Di sé, dell’altro (con gli altri), dell’ambiente e del gruppo, del piccolo e del grande, dell’avuto e del donato, e anche, perché no, del perduto (sensatamente). Facciamo del bene, facciamoci del bene.

7. Divertirsi
Senza eccessi, decessi, o competizioni, ma con la pazienza di chi indaga e ricerca, la passione di chi appetisce e brama, l’amore distillato, senza colpa e rancore: in armonia. In leggerezza. In allegria e pienezza.

8. Reinventarsi
Per poter dire cose mai dette, tenere cose cadute, diventare un poco di più, trovare appigli, appoggi, approdi. E tentare di nuovo.

9. Provarsi
In evoluzioni straordinarie, apparizioni sorprendenti, creazioni, prestazioni, imprevedibili. Per ambizione e desiderio: non fa male.

10. GIOcare
Per scambiarsi e riappropriarsi, nascondersi e ritornare, scomporsi e poi compattarsi, sciogliendosi e coagulandosi. Consistendo sempre. In una grande, amorossissima, risata! 


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node