piraMidi, iGloo e paLafitte...
Gli ambienti urBani, gli spaZi vuoTi, l'architettura delle caVerne, quella delle palafitte, delle piramidi o degli igloo... arCheodeSign

Architettura biENNALE a Venezia
Dal 10 settembre al 19 novembre. Il tema sarà la Città, Architettura e società, un’analisi delle esperienze urbane delle grandi città mondiali. Contestualmente alla Biennale 2 sezioni di progetti, Città di Pietra a Venezia, e Città-Porto a Palermo dal 15 ottobre al 14 gennaio 2007, che fanno parte di Sensi Contemporanei, progetto per lo sviluppo di arte e architettura contemporanee nel Sud Italia. A Palermo il filo conduttore sarà il mare e le cittadelle portuali. Per info www.labiennale.org o infoarchitettura@labiennale.org.

Architettura futura
Nel quartiere Croci-Camaggio, abbandonata periferia di Andria (Bari), dove c’è un vuoto da riempire con un oratorio, punto di incontro e sport per recuperare i bambini di strada, primo progetto del cantarchitetto Claudio Baglioni. Sarà realizzato con un ingresso a forma di onda che ricorderà il mare. Clic su www.baglionifansite.com/baglioni_progetta_un_oratorio.html.

viaggio Bazar nell’archeodesign: nel passato X capire il futuro
L’architettura di grotta, quella naturale delle caverne preistoriche, primi luoghi di rifugio dell’essere umano, custodisce ancora i graffiti, primitive espressioni del design di interni. Alcune grotte, i Sassi di Matera, sono sempre state abitate nel corso dei secoli e, superato il degrado e restaurate dall’uomo moderno, lo sono tuttora con tutte le comodità. Un’architettura che lascia davvero di sasso! Info su www.casagrotta.it.
sassi matera architett

L’architettura povera delle capanne di arbusti, di legno o d’argilla è stata rivalutata nei paesi in via di sviluppo e l’architetto tedesco Gernot Minke definisce l'architettura di terra come tassello importante del mosaico architettonico dell'umanità. Info su www.bioarchitettura.org.

L’architettura di pietra, anch’essa a basso costo, ha fra i suoi esempi una tipica costruzione conica in pietra a secco che si è evoluta dalla preistoria fino ai famosi trulli pugliesi. Nello spessore dei muri vengono ricavati letti, nicchie, focolari per le cucine, servizi, aperture. La costruzione si adatta bene al clima per via dell’inerzia termica e dell’aria che filtra fra le pietre. Infoimmagini su www.alberobello.net.
trulli architett

L’architettura megalitica ha sfidato i millenni con costruzioni come i menhir e i dolmen. In suolo inglese il monumento più famoso: Stonehenge. Età: circa 4000 anni. La disposizione concentrica con strutture orientate secondo il sole dei solstizi e degli equinozi, fa pensare a una sua funzione sacra e rituale. Visitatelo su www.stonehenge.co.uk.
stonehenge atchit

Con un salto nel tempo, possiamo constatare come anche l’architettura ellittica del Colonnato del Bernini in Piazza San Pietro, nasconda giochi di assi ed effetti ottici. Camminando il colonnato pare in movimento, mentre osservandolo dal fuoco dell'ellisse, appare composto non da quattro, ma da una sola fila di colonne.

sanpietro architett

L’architettura passata applicata alla palafitta, abitazione primitiva di legno, paglia o canne, prevedeva che fosse appoggiata su pali nell’acqua o nella terra. L’architettura presente ha disegnato la palafitta hi-tech per mano dei fratelli Bouroullec, architetti francesi. Si chiama Lit Clos, è una scatola sollevata sul terreno, in legno e alluminio, abbastanza grande e chiusa per ospitare letto e intimità, abbastanza aperta e areata per non essere claustrofobica. La trovate su www.bouroullec.com, projects, Le début.
LIT CLOSE PALAFITTA HI TECH architetture

L’architettura piramidale antica ha un simbolo: l’imponente Piramide di Cheope (2570 a.C.). Alta 137 metri, base quadrata di lato 230 metri, 7 milioni di tonnellate di pietre, volume 2.600.000 metri³.
www.anticoegitto.net/piramidedicheope.htm. L’architettura piramidale moderna, in occasione del bicentenario della Rivoluzione Francese (1989), si è espressa a Parigi attraverso l’architetto cino-americano Ieoh Ming Pei con una piramide di vetro, ingresso principale del Louvre. Alta 21 metri con ossatura in alluminio e acciaio inox per tenere insieme 666 vetri. Contateli su www.motortravel.info/parigi-photo.php.

L’architettura glaciale stagionale ha come antica unità l’igloo, rifugio tipico degli Eschimesi, costruito a forma di cupola con blocchi di neve ghiacciata. All’interno pelli di renna, letti di pelliccia, riscaldamento e illuminazione con grasso di foca. Ogni anno l’architettura glaciale crea l’Hotel Igloo Village in Groenlandia, aperto da dicembre ad aprile e composto da 6 igloo. Termometro sottozero, ma il cliente sta caldo avvolto in appositi sacchi a pelo. Al bar tavoli e bicchieri di ghiaccio con candele che creano un’atmosfera godibile su www.greenland-guide.gl/igloo. Un capriccio architettonico, costruito a dicembre e sciolto a primavera, è l’Ice Hotel nella Lapponia svedese. Camere, saloni, bar, teatro, tavoli, sedie, colonne e lampadari a fibre ottiche, il tutto interamente di ghiaccio. –20°C ma niente freddo grazie a clima secco, coperte di renna, saune bollenti e ipercolazioni.
www.visitsweden.com/VSTemplates/Page____14600.aspx.
Se siete meno estremi ma l’igloo vi affascina, quello che fa per voi è Igloo, realizzato da Aziz Sariyer per la turca Derin Design e visibile su
www.derindesign.com. Ha una serie di piani attrezzati e componibili, è una struttura leggera in laminato per creare involucri multiuso per interni ed esterni. Un compromesso fra un gazebo e una libreria a forma di igloo, l’ideale per abituarsi al tempo che passa tra fine estate e inizio autunno.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


 
Immagini collegate
LIT CLOSE PALAFITTA HI TECH architetture sanpietro architett sassi matera architett stonehenge atchit trulli architett
  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node