Bazar è un reaGEnte
per rivitalizzare esperienze sature...

Bazar è uno spazio innervato di senso dove le cose acquistano, ritrovano o sviluppano la propria mission, il proprio motivo di esistenza.

Bazar è un ambiente enzimatico (sempre verde) dove un prodotto di qualsiasi natura (manufatto o commerciale, emotivo, etico, creativo, intellettuale, artistico) reagisce e diventa anch’esso verde: acquista cioè identità, significato, valore, peso, forza. Coincidendo perfettamente con se stesso.

Come il sistema di ascisse e ordinate colloca un punto, Bazar è una attività metaforica di contestualizzazione che, attraverso la relazione, rivitalizza esperienze sature e le rende nuovamente fertili.

Traghettando un ospite nello spazio verde e aperto di Bazar, lo si apre al contatto e alla contaminazione, e cioè lo si interconnette con differenti modalità e forme di essenza, abitazione e convivenza che, come ogni movimento, ossigenano e rigenerano.

Bazar è un cultural brand che, se adottato (come stile di vita o marchio su un prodotto), attiva processi evolutivi: attraverso una pratica di stimolo ingravescente (come un anabolizzante, favorisce l’insieme dei processi costruttivi), o di recupero (di identità sbiadite, attività routinali, volontà sfibrate, consistenze annacquate, desideri opacizzati).

Come l’uovo che, aperto e lasciato cadere nella pentola d’acqua bollente, da liquido si fa solido (pur senza più guscio e confini), così il clima temperato di Bazar permette trasformazioni metaboliche di sostanze in disuso. E ciò che non pare poter essere contattato, praticato o esperito, diventa improvvisamente appetibile e nutriente.


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node