Liberalizzare la creatività
LIBERALIZZARSI, oltre che LIBERARSI, perché per Bazar la relazione con gli altri individui del proprio gruppo sociale di appartenenza e con gli altri gruppi è fondante dell’identità.

Liberalizzarsi significa liberarsi (da una norma) all’interno di un contesto.
Con la parola liberalizzazione si intende sottolineare l’aspetto di confronto, di sana competitività tra gli individui e i gruppi di individui, prima che quello rivoluzionario. Infatti intorno al movimento culturale Bazar gravitano necessariamente persone già libere (=in grado di scegliere), visto che le esperienze di edutainment (intrattenimento e educazione) proposte, seppure localizzate nel mainstream, non sono omologate. Quindi, laddove il percorso di liberazione da una norma omologante è un passo compiuto, Bazar spinge allo step successivo, e cioè alla liberalizzazione della creatività.

 

Significa cogliere, tra le idee creative prodotte dalla nostra mente o nel nostro gruppo di appartenenza, quella investita più delle altre dal desiderio. Essendo infatti, come detto, già capaci di non farsi guidare dalle aspettative altrui (la norma) o di lasciarsene guidare con consapevolezza (gestione del processo), si può godere del privilegio di poter seguire i propri desideri (brama di vivere).

 

Sul desiderio si ritaglierà un’idea con un suo stile e una sua forma. Tale idea sarà naturalmente competitiva (agonistica) in quanto personale (unica).

 

Bazar ritiene che tante idee uniche creano una comunità (e un mercato) aperta, al confronto e all’agonismo, capace di crescere e auto-educarsi, rigenerandosi sempre: perché la capacità di essere se stessi libera la competizione dagli aspetti distruttivi (protezionismo), promuovendo quelli creativi.

 

Una comunità creativa liberalizzata è come uno stadio dove agonisti già allenati competono in uno stesso campo (field) in una relazione contaminata e contaminante di risorse condivise (opensource).


AIUTACI

PATROCINI E PARTNERS


Co-edizioni cartacee Bazarsaggi e Bazarcollection


  :: chi siamo
:: contatti
Direttore Responsabile
Eugenia Romanelli
Responsabile News
Alessandra Caiulo
Responsabile Finanziario
Cristiana Scoppa
Graphic Designer
Cristina Manfucci
Web Master
Elisa Barbini
Powered by
i-node